RISTORANTI D'AGOSTO

Per quest'anno... cambiare! Ovvero, anche i più ottimisti dovranno ricredersi: le paure della crisi indurranno sempre più milanesi a restarsene a casa (+8% rispetto al 2011) sfruttando tutt'al più le acque limitrofe di laghi e fiumi, oppure il mar ligure, da bazzicare preferibilmente nei weekend. E allora meglio organizzarsi e ottimizzare le ferie cittadine nel modo più piacevole possibile, magari (per chi se lo può permettere) bazzicando spesso i ristoranti rimasti aperti. I quali, ça va sans dire, si sono già attrezzati per rispondere a questa nuova estate, e i dati sugli esercizi aperti fanno riscontrare un netto aumento rispetto all'anno passato. «Le ragioni sono più d'una - sottolinea il presidente dell'EPAM Alfredo Zini - molti ristoratori non chiuderanno i battenti sia perchè è evidente la maggior stanzialità di milanesi ad agosto, sia per cercare di far cassa visto che l'annata è stata grama per tutti e a settembre si ricomincia con le tasse da pagare, Imu in testa». Un'estate da passare con le gambe sotto il tavolo, insomma, senza bisogno, pare, di far grossi spostamenti. Infatti, la particolarità di questa stagione sta in una maggiore distribuzione di esercizi aperti in tutte le aree della città e non soltanto in Centro. L'elenco dell'EPAM, l'Associazione provinciale milanese dei pubblici esercizi, è ovviamente sottostimato: «Le nuove normative sulla liberalizzazione delle chiusure - dice Zini - permettono di decidere anche all'ultimo momento, inoltrando al Comune una semplice comunicazione. Dunque c'è da aspettarsi che il numero salga». Vediamo allora di tracciare una mappa - ovviamente non esaustiva - dei ristoranti che faranno compagnia ai milanesi agostani.
TRADIZIONALI
Alla fine, tra una moda e l'altra, i cosiddetti regionali restano la categoria più amata. Nel quartiere della movida, alle spalle di Porta Genova, resteranno aperti tutta l'estate il ristorante Aurora (via Savona 23), elegante dal gusto retrò specializzato nella buona cucina dell'alta Italia tra agnolotti e bolliti, e l'Osteria del Binari (via Tortona 1) gestito da Cesare Denti che, con annesso bistrot, propone gustose invenzioni tra Lombardia e Piemonte. Quest'ultimo, oltre ad un ricco menù che spazia dagli antipasti liguri alla celebre scottona piemontese, gode anche di un ampio e fresco giardino che nell'agosto milanese non guasta. Restando in zona, ma lungo il naviglio, immancabile una tappa all'osteria meneghina L'Altro Luca e Andrea (Alzaia naviglio grande, 24) che rimarrà sempre aperto parimenti al bistrot che a pochi metri di distanza offre piccola cucina lombarda (e ottimi cocktail). Spostandosi a Brera non chiudono altri due locali «storici»: il Matarel (Corso Garibaldi 25) che propone cotolette e risotti tutto l'anno, e i due toscani Rigolo (via Solferino 11) e Torre di Pisa (via Fiori Chiari 21). In centro c'è l'imbarazzo della scelta, ma le buone forchette tengano presente che resteranno sempre aperti il Quattromori (largo Maria Callas 1) specialista in pesce e paste fresche, e due templi del gusto: il ristorante di Peck di via Spadari 9 e Eat's Excelsior (Galleria del corso), che propone un'ottima cucina contemporanea con materie prime direttamente dall'Eat's Store. Sempre in centro, ma in via Durini, la cucina toscana di Coco Pazzo resterà attiva per tutta l'estate, mentre in zona Monumentale - per la precisione in via Procaccini 41 - sarà non stop per la Cantina di Manuela gestita da Franco Rossi che propone le ottime specialità del nuovo chef umbro Alessio Algherini. Buone notizie anche dall'Isola dove, tra gli altri, spicca la trattoria toscana Al Tronco (via Thaon de Revel 10) che ripropone i sapori tradizionali di Fucecchio, paese natale di Montanelli. Poco più in là, in via Alserio 15, la Paranza Imperiale proporrà per tutto agosto ottimi menù di pesce made in Puglia.
PIZZERIE
Qui, tra catene partenopee e sfiziosità, ci sarà l'imbarazzo della scelta. Segnaliamo alcuni locali significativi che hanno già confermato l'apertura agostana: anzitutto i due Grand'Italia (via Palermo 5 e corso Garibaldi 9) famosissime soprattutto tra i giovani per le loro gustose pizze al trancio ma anche per cotolette e risotti. Alle spalle della Galleria, in via Santa Redegonda 14, resta aperta tutta l'estate la più classica Pizzeria Ristorante Gennaro, mentre in zona Sant'Ambrogio non chiuderà la Bebel (via San Vittore 3). Una presenza costante ad agosto, per gli amanti della buona pizza napoletana è il locale delle Sorelle Capitone di viale Monte Nero 73, stesso dicasi per Solo Pizza (Alzaia Naviglio pavese 6) che non chiuderà neppure a Ferragosto. Sui Navigli non mancherà però all'appello la piacevole Pizzeria Tradizionale (Ripa di Porta Ticinese 7), mentre discreta pizza (un po' cara) e un piacevole giardino interno la offrirà sulla sponda opposta Officina 12 (Alzaia Naviglio Grande 12). Buone margherite ma anche ottima cucina a prezzi onesti quella proposta dalla Locanda in via Raffaello Sanzio che spazia dalle specialità del centroitalia alla bistecca.
STEAK HOUSE
E a proposito, anche gli appassionati della bistecca non resteranno al palo. Tra toscani e sudamericani la proposta è ricca. Dagli argentini Mister Angus (via Matteo Bandello, 22) e El Porteno (via Gian Galeazzo 25) si può volare alla churrascaria brasiliana Barbacoa dove viene servito il tradizionale “rodizio“. Per gli amanti dell'autentica bistecca fiorentina, invece, meglio andare a Porta venezia dove restano aperte le Colline Senesi di via Stoppani 9.
ETNICI
Milano, si sa, è la patria dell'esotismo visto che proprio qui sono nati i primi ristoranti orientali in Italia. Molti, complice lo stakanovismo made in China, resteranno aperti, e ce n'è davvero per tutti i gusti. Per gli amanti della cucina indiana resterà a disposizione dei milanesi The Dhaba di via Panfilo Castaldi, gradevolissimo locale e ottima cucina, merito anche dei padroni di casa: Gaujam Manju e il padre Gaje Singh Gautam. Restando... in India, il Namastè di via Ricciarelli 12 rimarrà aperto con la sua cucina del nord fatta di delicati piatti a base di curry e tandoory. I piatti cinesi di qualità saranno a disposizione del popolo agostano soprattutto in via Castelvetro 16, dove ha sede Bon Wei, patria dell'ahute cousine del Paese del Dragone. Gli affezionati a sushi e sashimi potranno invece contare sui numerosi giapponesi che resteranno aperti in città, come lo “storico“ Poporoya di via Eustachi, il Famoso Fusion che in un mix di colorate spezie fa viaggiare il pubblico tra Sol Levante, Cina e Thailandia; e ancora, Sushi etc di piazza Cavour 7 che punta alla tradizione con eleganza e leggerezza. Ma per chi volesse tentare l'avventura, due passi sui Navigli anche a Ferragosto non lasceranno mai a becco asciutto, specie se non si hanno pretese da grand gourmand.
giandomenico.dimarzio@ilgiornale.it