La rivolta del Castello Stop al luna park e ai pullman per Expo

La zona 1 boccia la ruota panoramica nell'area pedonale Arrivano in centro i nuovi posti bici e 13 incroci più sicuri

Già le mani dal Castello (pedonale). La Zona 1 ha bocciato all'unanimità un piccolo luna park previsto per due mesi sul lato sud-ovest della piazza. Una ruota panoramica e altri giochi inseriti nel calendario di «Expoincittà» ( il fuori-Expo). Con una mozione urgente i il Consiglio ha detto no anche al capolinea del «City Tour» Milano-Expo che Comune e Atm hanno previsto in Foro Bonaparte. Buone nuove invece sulla mobilità: sono in arrivo nuovi posteggi per le bici (da piazza Meda a via Croce Rossa), una nuovo micro-isola pedonale di fianco allo storico Bar Magenta e 13 i incroci più sicuri, grazie ad un'allungamento del semaforo verde a favore dei pedoni.

NO AL LUNA PARK

Dai tempi del sindaco Letizia Moratti, l'idea di una ruota da cui ammirare il Castello dall'alto non ha mai avuto fortuna. Allora c'era un progetto molto dettagliato e un finanziatore pronto a investire su una ruota da collocare all'interno del parco Sempione. Idea rispuntata mesi fa e subito affossata. Ma in una delle ultime sedute il Consiglio di Zona 1 all'unanimità ha bocciato anche la richiesta arrivata dagli uffici del settore Commercio di collocare solo per due mesi, dal 20 luglio al 22 settembre, un piccolo luna park sul lato sud-ovest della piazza pedonale. Parere esteso «agli altri parchi monumentali del centro» previsti in alternativa, dai giardini Montanelli in giù.

BASTA CAPOLINEA

É stata proposta dal capogruppo di Sel Stefano D'Onofrio e supportata da 23 voti a favore la mozione urgente per dire no al posizionamento di «un ennesimo capolinea di mezzi pubblici in Foro Bonaparte, l'area limitrofa a largo Callas + già satura di pullman che abbiamo già chiesto di spostare altrove».Sotto sfratto è il «City Tour» Milano-Expo con cui Atm da pochi giorni trasporta in 45 minuti i passeggeri al terminal Expo di Roserio.

NUOVE ISOLE E RASTRELLIERE

La giunta ha approvato la proposta di riqualificazione e pedonalizzazione dell'area di via Buttinone e largo D'Ancona, di fianco allo storico bar Magenta (da cui parte il piano) dove le auto sono già off limits ma il divieto non p sempre rispettato e la sosta di bici, moto e scooter e disordinata. Per ora lo spazio sarà chiuso da fioriere e dopo Expo partirà un restyling importante. É arrivato a 331 rastrelliere posate da marzo a oggi il piano per aumentare i posti bici in città (ne sono previste 750 per 4mila nuovi posti, non solo in centro). A breve saranno posizionate in via Croce Rossa, piazza Meda, corso di Porta Romana, via Melzo.

SEMAFORI DA «CORREGGERE»

Sono 13, da piazza XXV Aprile a viale Papiniano/Sant'Agostino, via Carducci/Mellerio, Sella/Lanza, Garibaldi/Statuto, Foro Bonaparte/Arco, piazza Scala/via Verdi, via Castelbarco/Fatebenefratelli, corso di Porta Romana/Francesco Sforza e Missori, gli incroci in cui verrà modificata la temporarizzazione dei semafori. In pratica, sarà allungata la durata del verde pedonale perchè oggi non è adeguata, causa assembramento eccessivo sul lato strada e mette in pericolo chi deve attraversare.

GLI ANZIANI BALLANO IN PISTA

Le vacanze a Milano degli anziani quest'anno iniziano con tre settimane di anticipo. Oggi alle 15 in piazza del Cannone, tradizionale ritrovo estivo per chi non parte, sarà inaugurato il villaggio «Verdestate 2015» con la pista da ballo di 450 metri quadrati, palco, tre gazebo, quattrocento sedie e tavolini per i giochi e i momenti di socialità, bar-ristoro gestito dalla Cooperativa Contè dove lavorano ogni giorno ragazzi con disabilità. Dal lunedì al venerdì si danzerà accompagnati da musica diffuss dalle 15 alle 20 e dalle 21 alle 23, nel weekend con accompagnati dalle orchestre dal vivo.