RIVOLTA IN VIA CICERI VISCONTII dissuasori tagliano posteggi, commercianti e residenti furiosi

Altro quartiere, stessa scena. Dopo le corsie pedonali disegnate con un blitz d'agosto in via Inganni (è già in corso una petizione del quartiere per farle cancellare) e la pista ciclabile disegnata dalla sera alla mattina con lo stesso metodo in via Forze Armate (in questo caso ha resistito alle proteste poco più di un mese, il Comune l'ha già cancellata) ieri mattina è partita la rivolta in via Ciceri Visconti, zona viale Umbria. Da qualche tempo Palazzo Marino ha allargato il marciapiede scatenando già le proteste del quartiere per la riduzione dei posti auto. Ora, per difenderla dal posteggio selvaggio ha piazzato una fila di dissuasori che di fatto cancella ancora posti alle auto dei residenti e ai clienti dei negozi. «La giunta Pisapia non perde occasione per mettere in difficoltà chi produce» denuncia il coordinatore Pdl Giulio Gallera.