La rivolta dei residenti contro il "camping" nomadi

Radio a tutto volume, parco usato come wc a cielo aperto, degrado. I residenti esasperati inviano settimana dopo settimana al Comune mail e fotografie per documentare il disagio

Sono arrivati alla «week 29», e non si arrendono. Forse (forse) faranno una pausa durante le ferie, poi i residenti di via Boeri, zona Cermenate, ricominceranno ad inviare al Cumune le mail settimanali sul «campeggio rom» sotto casa. Un monitoraggio lungo, che la dice lunga sul livello di esasperazione a cui sono arrivati i cittadini del quartiere dove, ironia, ha sede pure la Scuola della polizia municipale. «Vi informiamo», iniziano più o meno tutte le mail che i residenti inviano come monitoraggio settimanale da inizio anno agli assessori alla Sicurezza Marco Granelli e alla Mobilità Pierfrancesco Maran, che «attualmente campeggiano in modo continuativo durante la giornata circa sette camper nomadi», o tre, cinque, dieci, a seconda dei casi. Sottolineano «in modo continuativo», ricordando il divieto di camping fuori alle zone dedicate che vige in città. Palazzo Marino aveva garantito almeno la posa della segnaletica verticale di divieto di sosta con rimozione forzata per i camper e le roulotte, e i residenti ricordano che durante l’interrogazione comunale presentata in consiglio dal leghista Alessandro Morelli il 10 maggio Palazzo Marino aveva garantito ufficialmente la volontà di intervenire monitorando maggiormente l’area. Ma a quanto pare due mesi dopo - alla «week 29» cioè la scorsa settimana - le fotografie allegate all’ennesima mail di protesta dimostrano che poco, o nulla, è cambiato in via Boeri. «Ci sembra molto strano che la Polizia Locale non sia mai presente quando si verificano questi episodi. Lei - domandano agli assessori - vivrebbe con un disagio sociale di questa entità sotto le finestre di casa sua? La sua famiglia si potrebbe sentire sicura, mentre attraversa il vicino parco pubblico? Come mai quando passano le poche volanti a disposizione nessuno vede finestre e porte aperte, sedie sui marciapiedi o panni stesi sulle ringhiere delle case private? Questi sono semplici interrogativi ai quali una persona di buon senso dovrebbe dare una risposta». Le ricordiamo inoltre «che la filosofia con la quale emettiamo i nostri report settimanali è quella di facilitarvi il compito di controllo-gestione del territorio e per aiutarvi a comprendere l’efficacia delle vostre attività. Purtroppo ad oggi non si riscontrano miglioramenti ma anzi la situazione peggiora sempre di più». Dalle prossime settimane manderanno le mail anche ai partiti di opposizione, per «spronare» la giunta ad intervenire più tempestivamente. Il leghista Morelli ha raccolto l’input e chiede provvedimenti urgenti alla giunta, «questi “camperisti urbani“ intimidiscono gli abitanti della zona che per paura non sempre sporgono denuncia, usano il parco pubblico come wc a cielo aperto, monopolizzano ii posti auto e ascoltano la radio a tutto volume fino a tarda notte».

Commenti

anna tomasi

Lun, 30/07/2012 - 12:45

eggià, l'avevo già scritto. parco rom = parco elettorale. Se la sinistra ambisce essere eletta da questi pseudo umani, che ci possiamo fare?

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 30/07/2012 - 12:50

Ma la felice congrega di palazzo Marino con Pisapippa a capo qualcuno l'avrà pur votata. E votare per questa gente vuol dire solo una cosa : degrado, insicurezza, diritti negati agli italiani, diritti elargiti senza titolo a stranieri e sopratutto sani campi nomadi sotto lo vostre finestre. Di sicuro non sotto casa loro o dei loro compari. Adesso si paga, adesso sono caxxi.

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Lun, 30/07/2012 - 13:06

Accampatevi in Piazza della Scala...

edda.buti

Lun, 30/07/2012 - 13:05

Ma come? Non lo sapevano i cittadini milanesi che le cose sarebbero finite in questo modo? Il grande sindaco lo ha sempre sbandierato che avrebbe aperto le porte a rom, clandestini, gay e a tutti i nullafacenti e nullatenenti (tutti hanno diritto di cittadinanza e di sostentamento da parte dei cittadini anche derubati dai medesimi!!!). E ora si lamentano? Felice di non abitare più a Milano.

handy13

Lun, 30/07/2012 - 13:02

...fanno bene,...fanno quello che vogliono nella "anche LORO" europa,e poi anche Maroni-Moratti-Lega NON aveva potuto fare niente..!! se non spostarli ogni tanto, ma il problema NON è risolvibile con queste leggi...il brutto è che nessuno parla di CAMBIARE LE LEGGI...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 30/07/2012 - 13:38

Mi piacerebbe andare a spulciare,il risultato elettorale,nei seggi coinvolti al problema....Se va bene 50/50 pro-contro Pisapia....per cui significa che al 50% "pro",le cose stanno bene così,sono contenti....o no?!

BENNY1936

Lun, 30/07/2012 - 13:39

Certi politicastri (non politici, attenzione) stanno preparando un bruttissimo futuro ai nostri bambini. Uno si domanda se non sia il caso di fargli un test del quoziente d'intelligenza prima di affidare a questi sciocchi l'amministrazione di un territorio. Probabilmente se lo facessero sarebbero in molti i respinti.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Lun, 30/07/2012 - 13:50

Cari Milanesi Ognuno ha il Capo che merita,Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

Ritratto di perseus68

perseus68

Lun, 30/07/2012 - 14:50

Ai milanesi dico: "avete votato Pisapia?". Bene, sono contento per voi. Siamo in democrazia quindi va bene cosi'. Ore pero' ve lo sorbite, campi ROM compresi ah ah ah. Quelli erano compresi nel prezzo della sua politica socialist...ehm sociale.

canova.emilio

Lun, 30/07/2012 - 16:18

Questi sono gli zingari, da sempre! Si tratta solo di scegliere se portarseli in casa oppure di cacciarli il più lontano possibile cosa che peraltro fanno tutti gli altri Paesi inclusi i loro di origine.Chiesa cattolica e compagni vogliono che ce li teniamo stretti, anche se non ho mai visto un campo rom nei giardini vaticani,in prossimità di qualche tenuta della curia o addirittura all'interno.Peraltro le tenute,con ampi parchi o giardini,sono tante, più di quanto si pensi.Gli onori agli uni e gli oneri agli altri. Nuovamente "Armiamoci e partite", un classico che si perpetua nel corso degli anni.

paolodb

Lun, 30/07/2012 - 17:02

Dato che siamo di fronte al reato di occupazione abusiva, per tacere delle altre violazioni, la magistratura dovrebbe intervenire. Purtroppo, a Milano è della stessa pasta del sindaco. Così lo schifo prosegue. Io spero che questa amministrazione disastrosa non durerà 5 anni ma differenza del c.d. centro-destra, il centro-sinistra quando occupa una poltrona non fa l'impossibile per farsela togliere, quindi sono pessimista.