Rivoluzione sui pass E Milano ha in cantiere la piscina olimpica

Da marzo permessi per la sosta via internet Vasca da 50 metri per le gare internazionali

Chiara Campo

Dalla rivoluzione sui pass della sosta, che da marzo potranno essere richiesti e modificati comodamente da casa collegandosi al web, alla piscina olimpionica che Milano attende da tanto tempo per ospitare le grandi gare internazionali di nuoto. Nel Bilancio di previsione 2017 spuntano i progetti a breve e lungo termine (ma significa al massimo fine mandato, 2021) della giunta Sala. L'assessore all'Anagrafe Roberta Cocco ieri in commissione ha anticipato alcuni obiettivi del suo settore, che comprende anche servizi funebri e digitalizzazione. «Si sta concludendo - è scritto a bilancio - la realizzazione del nuovo portale di gestione della permissistica della sosta che consentirà ai cittadini di gestire le proprie targhe direttamente sul sito di Atm dedicato alla mobilità cittadina». L'avvio del portale è previsto entro fine marzo. Eviterà di recarsi agli sportelli di piazza Beccaria o nelle zone per richiedere il nuovo pass, comunicare modifiche di zona e così via. Un bel risparmio di tempo. Tra gli obiettivi c'è anche quello di ampliare l'offerta di sedi per le celebrazioni di matrimoni e unioni civili nelle zone. Una curiosità: il Comune guadagnerà 320mila euro dalle macchinette del caffè collocate negli uffici. E importanti novità emergono dalle pagine su Sport e Animali che fanno capo all'assessore Roberta Guaineri.

Attraverso una collaborazione con il Coni verrà realizzata, è scritto sul bilancio, una piscina coperta di 50 metri - la scelta è caduta sul rifacimento della Cardellino - per «dotare la città di un impianto omologato per le manifestazioni di carattere nazionale e internazionale». Il Comune ha già ricevuto un finanziamento statale pari a 2,7 milioni, ma per rifare completamente l'impianto di via del Cardellino creando la vasca da 50 metri servono 8 milioni e l'assessore Guaineri si impegna a trovare i fondi mancanti e avviare il progetto entro fine mandato. A fine gennaio scade invece la convenzione in corso e la giunta lancerà una nuova gara per la gestione dell'Agorà, l'impianto di pattinaggio sul ghiaccio di via Piranesi. Prosegue l'impegno per riaprire la piscina Cambini e verrà avviata una mappatura di aree, edifici e capannoni che nel piano di governo del territorio hanno una destinazione sportiva, per pianificare la realizzazione di nuovi impianti. «Proseguiranno gli interventi di riqualificazione di impianti gestiti direttamente da MilanoSport» e l'impegno della Guaineri riguarda soprattutto il Centro sportivo Carraro, il completamento del centro XXV Aprile, dell'Iseo e del Fossati. Il Comune valuterà inoltre nuove modalità di gestione: nel caso di investimenti importanti, la concessione d'uso degli impianti potrebbe diventare per i titolari di società sportiva un diritto di superficie a lungo termine.

Dal capitolo animali emerge un indirizzo che è stato oggetto di dibattito durante l'emergenza freddo delle scorse settimane: il Comune intende aprire le strutture di accoglienza per i senzatetto anche ai loro animali di compagnia. E tra gli obiettivi della giunta c'è l'apertura di un pronto soccorso aperto 24 ore su 24.