Il rocker Doherty ha dato buca a duemila giovani

Pete Doherty non si smentisce mai. Lo storico fidanzato della top model Kate Moss è spesso geniale, ma quasi sempre imprevedibile e autolesionista. E a farne le spese stavolta sono stati i numerosi fan lombardi del rocker britannico, che lo hanno atteso invano all'Alcatraz di via Valtellina, dove si sarebbe dovuto esibire lunedì sera insieme ai suoi «Babyshambles». Il cantante «maledetto» non è però mai arrivato, avendo perso ogni volo possibile per raggiungere Milano. L'atteso concerto è inevitabilmente saltato, e purtroppo lo spazientito pubblico è stato avvertito del misfatto solo pochi minuti prima dell'inizio. Fischi e proteste inevitabili. Secondo i preoccupati organizzatori «era tutto pronto» con le prove già eseguite dal Gruppo e il tour bus parcheggiato fuori dai camerini. In realtà mancava il pezzo forte, visto che la voce della band, nonché vera attrazione del complesso, era disperso per l' Europa. Assente per il check sound pomeridiano, e ancor di più alle ore ventuno sul palcoscenico. La versione ufficiale dice che l'artista è giunto in ritardo all'aeroporto, persosi nelle nebbie di Parigi. Infatti il bizzarro Pete da qualche tempo ha abbandonato Londra nella speranza di fuggire alle tentazioni del vizio, anche se il trasferimento in riva alla Senna pare non aver sortito migliore effetto. Ad attenderlo fuori dal locale meneghino, rumoreggiavano duemila persone con il biglietto in mano. Un bel pasticcio. Centinaia di giovani imbufaliti e i promoter delusi dal comportamento irresponsabile del rocker. Le prevendite erano andate benissimo, e si spera di recuperare, prima o poi, lo spettacolo. Doherty permettendo.