Rosa camuna o sant'Andrea Maroni twitta: «Cosa volete?»

C'è ancora polemica sulla possibilità di cambiare la bandiera della Lombardia che il 29 maggio celebrerà per la seconda volta la festa istituita per legge nel ricordo della battaglia di Legnano quando nel 1176 la Lega Lombarda sconfisse l'esercito di Federico Barbarossa, imperatore del Sacro romano impero germanico. Il governatore Roberto Maroni ha lanciato un sondaggio su Twitter dopo la proposta del centrodestra di affiancare la Croce di san Giorgio alla Rosa camuna. «Voglio vedere cosa pensano i cittadini, perché mettere insieme due cose così diverse significa fare un pastrocchio. Io neanche lo propongo» ha detto Maroni. «A me piace la Rosa camuna perché rappresenta la civiltà lombarda, però sono sempre pronto cambiare se c'è una proposta che mi convince». Per il capogruppo della Lega Massimiliano Romeo «vi è certamente il rischio di un pastrocchio, ma sarebbe un peccato rinunciare a uno di questi due simboli così importanti nella storia e nella tradizione lombarda». Critico il centrosinistra. «Leggere le dichiarazioni di Maroni mentre in commissione Affari istituzionali si rinvia nuovamente l'avvio del gruppo di lavoro sulla nuova bandiera lombarda per spaccature o ritardi all'interno della maggioranza - attacca il consigliere del Pd Fabio Pizzul - è davvero una divertente coincidenza». Ironico, invece, il capogruppo dei Cinquestelle Dario Violi: «Di questo passo ci attendiamo da Maroni il via libera a un tavolo di lavoro per scegliere la tappezzeria per gli uffici di Palazzo Lombardia».