ROTA SARÀ ANCHE DIRETTORE GENERALEAtm aumenta lo stipendio al presidente: 50mila euro in più all'anno

Il presidente di Atm avrà un aumento di stipendio, da 210 a circa 260mila euro. Ma il 10% in meno del tetto massimo fissato dal Comune, una rinuncia a cui Bruno Rota è pronto ad adeguarsi. Sarà il cda della società a dover definire i dettagli e approvare sia la nomina di Rota a direttore generale oltre che presidente e ad, sia il ricalcolo dello stipendio tenendo conto del nuovo incarico. Ad oggi incassa 68mila euro fissi e 137mila euro all'anno di bonus collegati al raggiungimento dei risultati aziendali. In tutto, circa 210mila euro che secondo le indicazioni fornite ieri dall'azionista unico, il Comune, rappresentato in assemblea dal dg Davide Corritore, potrebbe salire a circa 260mila euro. Palazzo Marino ha dato anche l'autorizzazione a cedere la partecipazione di Atm in Nil (Nuovi Trasporti Lombardi srl) che possiede a sua volta il 45% di Apam Esercizio Dopo il parere della Corte dei Conti, la giunta ha fissato il tetto di 290mila euro agli stipendi dei manager Atm e Sea. Il presidente e ad Giuseppe Bonomi guadagna oggi 600mila euro l'anno.