Ryanair apre due nuove rotte: Belfast e Porto

Per la città irlandese si parte da Orio, Malpensa servirà il Portogallo

Paolo Stefanato

Ryanair continua a sviluppare collegamenti su Milano, che da dicembre 2015 si basano, oltre che sullo scalo tradizionale di Orio al Serio, anche su Malpensa. Due nuovi voli programmati da ottobre hanno come destinazioni Belfast da Orio (due alla settimana) e Porto da Malpensa (quattro a settimana); ricordiamo che tra i voli per la stagione invernale già annunciati, c'è il Malpensa-Catania, interessante per due motivi: è la tratta più trafficata sul mercato nazionale e questo sarà il primo volo da Malpensa in concorrenza con l'altra low cost, Easyjet.

I due nuovi collegamenti portano a 58 le rotte offerte da Bergamo (560 voli alla settimana) e a 9 da Malpensa (86 voli alla settimana, dove Ryanair è presente da tre mesi); per un totale di passeggeri 2016, rispettivamente, di 9,3 e 1,3 milioni. Numeri importanti, che fanno di Milano la prima destinazione italiana della compagnia irlandese che nel 2015, stando a dati ufficiosi, ha servito 30 milioni di passeggeri nel nostro Paese, superando per il secondo anno Alitalia, con un +7 milioni rispetto al 2014 grazie a un forte aumento dell'offerta.

Le dimensioni e la presenza sui due aeroporti danno titolo a Ryanair a eprimersi su uno dei temi di fondo di questi mesi: la (possibile e probabile) fusione tra le due società di gestione, Sea e Sacbo. «Sembra tutto fermo osserva John Alborante, direttore vendite e marketing per l'Italia - ma non siamo favorevoli perché il rischio è che si perdano quote di concorrenza, a svantaggio nostro ma soprattutto dei clienti. Abbiamo ricevuto garanzie da Sacbo che continuerà ad avere autonomia di gestione. Non vediamo vantaggi nemmeno per gli aeroporti, perché sono difficili da immaginare ottimizzazioni sui costi». Ricordiamo che Ryanair è il primo cliente di Orio.

È vero che in questo momento della fusione non si parla: tutto è congelato in attesa delle elezioni. La linea del candidato sindaco Pd, Beppe Sala, è dismettere le partecipazioni del Comune e questo passerebbe attraverso la fusione Sea-Sacbo e la conseguente quotazione in borsa del nuovo gruppo.

Un altro tema importante, ma tecnicamente difficile, è un eventuale accordo Ryanair-Emirates per dare continuità ai voli di breve e lungo raggio, facendo snodo sullo scalo di Malpensa. A Roma i colloqui sono ormai avanzati per un'intesa Ryanair-Norvegian e dare un'offerta comune anche sulle destinazioni nordamericane.