Ryanair cresce a Malpensa, 20 rotte per l'inverno 2019

La compagnia area investe nello scalo gestito da Sea: 6 nuovi collegamenti per Bari (9 a settimana), Berlino Tegel (giornaliero), Brindisi (giornaliero), Dublino (giornaliero a partire da luglio 2019), Madrid (giornaliero) e Manchester (5 a settimana). A questi si aggiungono voli extra ome Bucarest Otopeni e Londra Stansted

Ryanair cresce a Milano Malpensa e lancia nuove rotte per l’inverno 2019. La programmazione prevede: 6 nuove rotte per Bari (9 volte a settimana), Berlino Tegel (giornaliera), Brindisi (giornaliera), Dublino (giornaliera a partire da luglio 2019), Madrid (giornaliera) e Manchester (5). A queste si aggiungono voli extra per destinazioni business e leisure come Bucarest Otopeni e Londra Stansted. In totale nello scalo gestito da Sea sono previste 20 rotte per un potenziale di 2,65 milioni di clienti. Un investimento che si stima possa generare 1.980 posti di lavoro, sulla base dei parametri di una ricerca di ACI che conferma come per ogni milione di passeggeri, si creano fino a 750 posti di lavoro "in loco" negli aeroporti internazionali.

I passeggeri possono prenotare i propri viaggi a Milano da ora fino a marzo 2020, usufruendo di tariffe ancora più basse e dei miglioramenti del servizio clienti introdotti quest'anno, tra cui, ad esempio, la possibilità di trovare la tariffa più economica entro tre ore ricevendo la differenza e 5 euro di creadito su MyRyanair. Da aprile entrano nella flotta anche alcuni Boeing 737 Max con nuovi interni, più spazio per le gambe, più posti a sedere, la Carta per l’Assistenza Clienti, la possibilità di effettuare modifiche gratuite alle prenotazioni nelle 48 ore successive. A questi si aggiunge la nuova Ryanair Choice con quota annuale a 199 euro per i frequent flyer, posti gratuiti, fast-track e imbarco prioritario e la rinnovata modalità Trova Tariffe, biglietti per eventi sportivi, guide turistiche su misura e fruizione mobile più rapida.
La compagnia ha lanciato una vendita di biglietti sulla rete europea con tariffe a partire da soli 19,99 euro per viaggi in ottobre, che dovranno essere prenotati entro la mezzanotte di venerdì 1 marzo, solo sul sito Ryanair.com.

Il vettore low cost ha anche annunciato nuove rotte in partenza dall’aeroporto di Bergamo, 80 in tutto, e David O’Brien ha sottolineato che si tratta del "programma per l’inverno più grande di sempre” con 100 rotte di cui 15 nuove nei due scali lombardi in cui complessivamente si prevede di trasportare 13,7 milioni di passeggeri. O’ Brien ha parlato anche della possibile joint venture tra Alitalia e la low cost inglese EasyJet giudicandola “non rilevante, perché il nostro modello è point to point, ovvero il collegamento fra le regioni, facendo in modo che le persone non prendano due voli per raggiungere una destinazione semplicemente perché non vogliono fare uno scalo per andare da Palermo a Francoforte o a Copenaghen, ma vogliono invece prendere un unico volo". O’Brien ha anche chiesto di ridurre in parte il peso delle tasse municipali - in totale 20 milioni di euro - che gravano sugli aeroporti minori con meno di un milione di passeggeri in partenza perché questo porterebbe vantaggi in termini di traffico e di ricaduta economica positiva sulla spesa per passeggero.