Sala «battezza» i figli con due mamme

Il sindaco registra i primi nove ragazzi «arcobaleno». Ma il centrodestra si oppone

Chiara Campo

Teresa Pozzi e Fedya Crespolini, 43 e 41 anni, sono entrate a Palazzo Marino spingendo il passeggino. La piccola Valentina, nata il 3 giugno, è stata dimessa dalla Mangiagalli solo ieri a mezzogiorno e quattro ore dopo era già sotto i flash. Prima bebè in assoluto ad essere registrata all'Anagrafe dal sindaco in persona come figlia di due mamme. Beppe Sala in una ventina di minuti ha firmato il riconoscimento di figli - nove in tutto - per quattro coppie di mamme. L'accelerata era partita qualche settimana fa dalla lettera-appello di Corinna Marrone Lisignoli e la moglie Francesca, le seconde ieri ad essere registrare come genitori di Eric Manfredi, nato il 2 giugno. Già grandi i figli di Francesca Pardi, autrice del discusso libro «Piccolo uovo» che racconta le famiglie omosessuali ai bimbi dell'asilo, e Maria Silvia Fiengo: i gemelli Raffaele e Giorgio sono nati con fecondazione assistita nel 2006, Margherita ha sedici anni, Antonio (l'unico nato da Pardi, gli altri tre da Fiengo che spiega (...)