Sala riesce a salvare la sfida tv e la cena con i fornitori Expo

La Gruber registra il confronto per consentirgli la serata Rotary Critiche ai toni di Renzi con l'Ue

È stato il quarto e ultimo match a quattro. I candidati alle primarie del centrosinistra sono tornati a confrontarsi (e dividersi) nel salotto della Gruber a La7. Francesca Balzani, Pierfrancesco Majorino e Antonio Iannetta a Roma, Giuseppe Sala collegato da Milano. Fino a ieri mattina la sua presenza era in forse, aveva declinato per impegni elettorali. Giocando - come spesso ha fatto - sul doppio ruolo di candidato e commissario Expo, Sala doveva essere alle 20 a una cena (25 euro per partecipare) su «Milano città del mondo» organizzato dai Rotary. Con lui, due «fornitori» del 2015: Stefano Luigi Linati (coordinatore finanziario per Mosimann's Italia che ha gestito le cucine dei padiglioni Uk, Qatar e Cile) e Jacopo Moroni (risk Manager per Aon, società di assicurazioni di Expo»). Per salvare cena e sfida in tv, la puntata è stata registrata alle 18,45.

Ancora critiche di Sala alla vicesindaco Balzani per la proposta dei bus gratis per tutti («giusto che un benestante paghi»), mentre lei ha riconosciuto che è «stato determinante per Expo, ma serve chiarezza sui conti». E sull'appoggio di quattro ministri renziani ironizza, «non penso che significhi avere l'appoggio del governo». Il manager prova a catturare i voti della sinistra promettendo un posto in giunta agli avversari: «Vorrei Balzani e Majorino con me, sono due persone di assoluto valore». Ma non abboccano: «Dopo le primarie dobbiamo dare tutti una mano, non spartirci i posti». Sul tema profughi, «a Milano c'è posto» dice l'assessore, «il tema non è se c'è o non c'è posto - replica la Balzani- questi fenomeni non sono un'emergenza, vanno gestiti meglio». E Sala e Balzani non condividono i toni di Renzi in Europa, giusto chiedere più flessibilità dicono entrambi.

Ma «io sono più conciliante» ammette il manager e per la vice «il metodo che funziona di più in Ue sono il compromesso e la trattativa». E dopo la dichiarazione di voto del sindaco per la Balzani, Sala torna a marcare la discontinuità: «Io sono un interprete un po' diverso da lui».Ultimi giorni per gli endorsement, ma anche per mettere in crisi (da sinistra) i candidati avversari. La segretaria dem alla Camera Barbara Pollastrini ieri ha espresso il proprio voto per Majorino. Luca Gibillini (Sel) e Carlo Monguzzi (Pd) hanno cucinato per Sala un documento con cinque domande scomode su Expo e trasparenza. Tra queste: perché non abbia raccolto le indicazioni del comitato antimafia del sindaco su accessi e controlli nei cantieri, perché non abbia fornito i nomi delle ditte che hanno avuto accesso al cantiere e i mezzi impiegati e perché non abbia fatto chiarezza su due affidamenti (uno da 200mila e l'altro da 500mila euro) assegnati senza gara. A Sel - o almeno a pezzi del partito - sono pronti ad aprire le porte quei pezzi della sinistra che va da Rifondazione a Possibile di Civati che ieri si è radunata per mettere a punto la strategia del dopo primarie: un candidato e un programma unitario. Dalle polemiche alle feste di chiusura coi volontari: la Balzani ha prenotato domani il Teatro Parenti (atteso anche Pisapia), Sala dovrebbe puntare su una cena al Giambellino e Majorino sarà alla Fabbrica dell'esperienza in via Brioschi.

Commenti

berserker2

Gio, 04/02/2016 - 09:36

ma questo ancora sta all'Expo e ci guadagna sopra......ma non si è chiusa a settembre 2015....che ci fa ancora nei locali dell'Expo.....la campagna elettorale sua!!!!

conviene

Gio, 04/02/2016 - 09:37

VOLETE PROPIO DEMOLIRE SALA COME CANDIDATO MA SENZA ARGOMENTI. PARLATENE PARLATENE CHE GLI FATE PROPAGANDA GRATIS ANCHE SE NON NE HA BISOGNO PERCHE' STRAVINCERA' LE PRIMARIE E LE ELEZIONI, E POPI BELLA COERENZA LA VOSTRA, SE ERA CANDIDATO PE RIL CENTRO DESTRA SAREBBE STATO IL NON PLUS ULTRA , ESSENDO CANDIDATO PE RIL CENTROSINISTRA E' PEGGIO DI BELZEBU'. MA SAREBBERO TUTTI I DIOTI I MILANESI SECONDO VOI? O NO CHIARA CAMPO

linoalo1

Gio, 04/02/2016 - 10:15

Il tutto alla faccia della Par Condicio!!!Quando c'era Berlusconi,i Sinistrati confrontavano i Secondi ed anche i decimi di secondo!!!!

berserker2

Gio, 04/02/2016 - 12:29

conviene......no no, non sono tutti idioti i milanesi.....solo i catto/sinistrati senza dignità e voglia di lavorare. In ogni caso, se neanche loro lo fossero tu, appunto, saresti l'eccezione....