Sala spegne una candelina: più proteste che auguri

Il sindaco si fa bello sui «social» ma i milanesi non festeggiano

Un anno esatto. È quanto è passato dall'insediamento a Palazzo Marino del sindaco Beppe Sala che ieri ha deciso di «festeggiare» con i milanesi, o meglio di condividere con i cittadini il primo bilancio del suo mandato: «Il vostro giudizio mi interessa molto - l'apertura della diretta Facebook -. Spero consideriate il fatto che io voglio essere il sindaco di tutti». Cita il calo del tasso di disoccupazione. Ma non è certo un merito dell'amministrazione. Così nemmeno sono merito della giunta Sala la crescita di 90mila abitanti in quattro anni, soprattutto giovani e l'aumento degli acquisti con carta di credito (più 17 per cento). E cita progetti nati dagli ex sindaci come il prolungamento della M1 fino a Monza, il Bike sharing (invenzione della Moratti) e M4 che si è trovato in eredità. Non una parola invece sui tagli ai bus.