Saldi, ogni milanese spenderà in media 176 euro

Quest'anno vendite in crescita a 454 milioni

In maniera pi o meno «occulta» sono già partiti in moltissimi negozi e grandi magazzini subito dopo Natale, ma ufficialmente i saldi invernali scatteranno solo da martedì. E Federmoda Milano stima che il valore complessivo delle vendite a Milano si aggirerà intorno ai 454 milioni di euro, con una previsione di acquisto medio a persona di 176 euro e un incremento nel valore dei saldi invernali milanesi di oltre il 4% rispetto al 2015. «I saldi - afferma il presidente milanese di Federmoda, Renato Borghi - restano un'occasione importante: un rito collettivo capace di attrarre l'interesse di milanesi e di turisti e visitatori invogliati dalla qualità del Made in Italy. I consumatori trovano anche quest'anno un ampio assortimento a prezzi competitivi. Per gli operatori commerciali si tratta soprattutto di dare continuità (incrementando i ricavi più che i guadagni) ai segnali di ripresa avvertiti nelle vendite di Natale tenendo però anche conto che, su alcuni prodotti, la stagione invernale, di fatto, non è ancora iniziata». Non sono quindi «certamente dissipate - prosegue Borghi - le preoccupazioni del dettaglio moda multimarca indipendente di qualità, ma un risveglio dei consumi si è registrato anche grazie ad Expo dopo anni di segni negativi e le nostre stime sulle vendite in saldo ne tengono conto». Servono, ora «segnali forti e politiche di sostegno e rilancio dei consumi nei negozi. Nel primo semestre del 2015 hanno chiuso in provincia di Milano 203 negozi di moda (113 nel solo Comune di Milano) a fronte di 106 nuove aperture (58 nel Comune di Milano). E il clima mite ha ridotto fortemente le vendite di capi più pesanti influendo anche sulle vendite di calzature ed accessori di stagione». Per i saldi invernali Federmoda prevede sconti medi dal 30 al 40 per cento. E ritorna la tradizionale iniziativa dei «Saldi chiari». Un decalogo che ricorda (tra l'altro) che durante i saldi l'operatore commerciale non può rifiutare il pagamento con carta di credito, che il dettagliante si impegna a sostituire, se possibile, o a rimborsare i capi acquistati che presentano gravi vizi occulti. Nel caso di non corrispondenza della taglia, il capo verrà sostituito con prodotti disponibili all'atto della richiesta di sostituzione o sarà rilasciato un buono acquisto di pari importo..

Annunci