Sardone attacca: "In via Adriano Comune assente"

In via Adriano 60, "segni evidenti di occupazione"

Dopo un sopralluogo negli stabili comunali abbandonati di via Adriano 60 (nella foto), Silvia Sardone, consigliere comunale e regionale di Fi, denuncia: «Ho constatato, per l'ennesima volta, segni evidenti di occupazione. D'altronde entrare nell'area è facilissimo, visto che un cancello è aperto. Abbiamo trovato numerosi appartamenti, addirittura alcuni con lucchetti alle porte. Qui di notte trovano rifugio stranieri irregolari di tutte le etnie e purtroppo anche spacciatori e tossicodipendenti».

Ovunque ci sono materassi, valigie, siringhe. Aggiunge Sardone: «La situazione di questa area descrive in pieno il fallimento della sinistra nella riqualificazione delle periferie. Durante la giunta itinerante a Crescenzago (luglio 2016) il sindaco Sala promise, nell'ambito del piano periferie, una grande riqualificazione del quartiere e una scuola media. Anche in questo caso all'annuncio non è seguito nemmeno un fatto. Negli anni sono state numerosissimi i proclami del Comune sulla bonifica dell'area, sull'abbattimento e sull'arrivo della scuola media, attesa da decenni».

Conclude il consigliere: «I residenti sono stanchi delle promesse disattese. A tal proposito fa sorridere la macchina della propaganda anche per lo stabile abbandonato tra via Adriano e via Mulas, su cui ci sono stati già due comunicati per vendere l'inizio dei lavori. Per la cronaca ad oggi non c'è nessun operaio nella struttura».

Commenti

portuense

Dom, 10/06/2018 - 07:37

il comune è assente in molte zone.....far pagare la sosta in posti dove vi sono piu' macchine che posti auto va bene per avere un certo ricambio, ma far pagare la sosta dove vi è uno spazio incredibile, abbandonato, degradato, con caravan di rom e sporcizia dappertutto è rubare soldi ai cittadini. MI RIFERISCO ALLA ZONA ANTISTANTE ALL'OSPEDALE SAN CARLO....