Scali milanesi Dalla Regione nuove regole per i tassisti

Il servizio taxi del bacino aeroportuale lombardo avrà presto un nuovo e unico regolamento per tutti i 43 Comuni che lo compongno. Lo ha definito la giunta regionale che, su proposta di Maurizio Del Tenno, assessore a Infrastrutture e mobilità, ne ha approvato il testo. Il documento, che tra le altre cose introduce anche la figura di un «facilitatore» per assistere i clienti a Linate e Malpensa, passerà ora nella V Commissione consiliare, la quale avrà due mesi di tempo per esprimere il proprio parere.
In linea generale la proposta mira a determinare il contingente complessivo delle licenze e dei criteri per l'integrazione di nuovi Comuni nel bacino. Il testo dovrebbe anche regolamentare le condizioni di esercizio, le caratteristiche dei veicoli, la disciplina e l'organizzazione, le norme di comportamento, la vigilanza, gli illeciti, le sanzioni e ulteriori norme regolamentari. Quando sarà approvato definitivamente, il regolamento diventerà l'unico riferimento normativo per tutti i 43 Comuni del bacino aeroportuale. La maggiore novità è legata all'istituzione della Commissione tecnica disciplinare, che avrà la funzione di gestire i procedimenti instaurati nei confronti degli operatori.
Prevista inoltre la Conferenza del servizio del bacino e un'identificazione univoca dei turni, uguali per tutti gli operatori. Introdotto poi uno specifico articolo sull'organizzazione presso gli aeroporti dotati di accesso automatizzato alle aree di stazionamento e alle banchine. Introdotta infine la figura del «facilitatore» che, all'esterno degli scali, in prossimità dell'area taxi, assisterà gli utenti e illustrerà loro il servizio.