Schianto, muore a 15 anni: caccia al pirata

L'incidente dopo il salto di corsia di un suv che è fuggito. La madre è in coma

Ha svoltato sul vialone senza dare la precedenza, costringendo una vettura che sopraggiungeva a una brusca manovra per evitare il tamponamento. Ma così facendo è finita contro la Citroen C/1 su cui viaggiava Elia Bonavita, 15 anni, morto sul colpo, e la mamma Nunzia Minichini, 41 anni, ora in coma a Niguarda. E mentre altre tre vetture venivano coinvolte nell'incidente, l'automobilista che aveva causato il sinistro fuggiva senza prestare soccorso. L'impatto ieri alle 9.45 a Monza, quando un suv, forse un Audi Q/5, arrivato da via Ramazzotti, ha svoltato a destra in viale Brianza. Per evitarlo una Range Rover ha sterzato bruscamente scontrandosi frontalmente con l'utilitaria. Altre tre vetture, un'Alfa Romeo, una Renault e una Ford Fiesta sono finite nel groviglio di lamiere. Altre tre persone sono rimaste ferite, ma nessuno in modo serio. Disperate invece le condizioni del ragazzo che si stava recando al campo della «Dominante», che ha poi sospeso tutti gli incontri in segno di lutto, per giocare a pallone. Raccolto in fin di vita è spirato durante la corsa al San Gerardo. Gravissima anche la madre, ricoverata in coma a Niguarda, con fratture alle gambe e alle braccia e un importante trauma cranico. Ora è caccia al pirata che dopo aver causato il sinistro è fuggito via. La polizia locale di Monza sta cercando le immagini delle telecamere di video sorveglianza in zona, nella speranza abbiano ripreso la targa del suv.