Sciopero dei pedaggi della Lega Salvini: «Domani non si paga»

Potrebbe esserci anche il governatore Roberto Maroni allo sciopero dei pedaggi organizzato per domani dalla Lega dopo il rincaro delle autostrade. «Proteste, presidi e volantinaggi in oltre trenta caselli» sono annunciati dal segretario Matteo Salvini («il Nord ha già pagato, ora tocca agli altri»). E annuncia la sua presenza «alle ore 11, alla barriera di Gallarate», lungo la A8 Milano-Varese. «Non pagherò il casello e con me lo faranno altri cittadini incazzati». In Regione il capogruppo leghista Massimiliano Romeo ha presentato un'interrogazione dopo l'aumento sulla Tangenziale est. «Contro una media nazionale del 3,9% - spiega - al casello di Vimercate si registra un aumento ingiustificato del 12,5. Come al solito il governo Letta ha deciso di tutelare il Meridione e di bastonare il Nord. Restano gratis le autostrade meridionali (Sam) e il Grande raccordo anulare, mentre si registra un balzello maggiorato del 7,17% per le Autovievenete e dell'8,01% per le Centropadane».

Commenti

CarloDei

Ven, 10/01/2014 - 10:31

C'è un piccolo probema... la lega ha suoi rappresentanti nei consigli di amministrazione delle autostrade - in particolare nel Veneto - che hanno approvato i recenti aumenti. Andranno anche consiglieri e presidenti a manifestare contro loro stessi?