Sciopero per «oh bej!» e Scala Il Comune ostaggio dei ghisa

Salta la trattativa per trovare un accordo e i sindacati dichiarano «guerra» Per Sant'Ambrogio non ci sarà nessun agente in strada. Si annuncia il caos

«Siamo stati offesi, noi non ricattiamo la città, ma anzi ci siamo seduti al tavolo per dare una maggior disponibilità di servizio. La reperibilità era un bel segnale da parte dei vigili, ma è chiaro che a queste condizioni non ci stiamo». Daniele Vincini segretario regionale del Sulpm, ha lasciato l'incontro convocato in extremis dall'assessore alla Polizia Locale Marco Granelli e dalla collega al personale Chiara Bisconti. Obiettivo: scongiurare gli scioperi degli straordinari dei vigili e le assemblee del 4 e del 7 dicembre.

Ma così non sarà: «Non ci sono le condizioni per discutere del nostro contratto decentrato, noi abbiamo fatto delle richieste precise - attacca Vincini - ma dal Comune temporeggiano. Andiamo avanti con l'agitazione». «Non ci sono le condizioni per trattare - attacca Orfeo Mastrantuono, coordinatore provinciale dipartimento polizia locale Csa - se la Giunta non ritira le due delibere che dettano le linee guida per il nuovo contratto». «Finché non ritirano gli atti formali, di cosa (...)