Milano, sciopero selvaggio dei taxi: disagi in stazione e all'aeroporto

Protesta contro l'accordo tra il Comune e Uber. Le sigle sindacali prendono le distanze

Molti tassisti milanesi hanno incrociate le braccia dalla scorsa notte, in uno sciopero selvaggio da cui si sono dissociate le principali sigle sindacali. Deserti i parcheggi delle stazioni e dell'aeroporto di Linate.

I partecipanti accettano le chiamte dei clienti, per poi non presentarsi all'indirizzo. Per questo motivo i centralini dei radiotaxi sono intasati dalle proteste e chi arriva o parte dai punti nevralgici della città sta vivendo una situazione di pesante disagio.

Lo sciopero, organizzato dai tassisti autonomamente, prende di mira l'accordo stretto tra il Comune di Milano e il servizio di auto con conducente Uber. Il Coordinamento delle Organizzazioni di Categoria Taxisti e Radiotaxi, che non ha aderito alle proteste di oggi, si fermerà il 20 febbraio dalle 8 alle 22. Il prossimo 10 febbraio terrà un presidio in piazza della Scala, a partire dalle 16.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 29/01/2014 - 11:28

Quando si parla di lobbies!Grandi,piccole,ma sempre lobbies sono.Appena tocchi il loro orticello...

Boxster65

Mer, 29/01/2014 - 13:20

Uber Alles!!! I taxisti devono restare senza lavoro!!! Parassiti!!