Scoppia incendio Sgomberati in 700

Circa 700 persone, una sola poi finita in ospedale, tra impiegati Telecom, insegnanti e bambini dell'asilo aziendale sono stati evacuate dopo che un incendio aveva intaccato alcune batterie, con il rischio di sprigionare gas venefici. Problema risolto dai vigili del fuco che hanno sepolto gli accumulatori sotto palate di cemento. L'allarme è scattato ieri verso le 13 in via Della Boscaiola 26, quando un principio di incendio ha intaccato gli armadi che custodiscono le batterie in grado di fornire energia in caso di black out, facendo accorrere sul posto vigili del fuoco, volanti e, ambulanze del 118. Evacuati 450 dipendenti Telecom e 250 tra vigilatrici e bambini dell'asilo. I vigili del fuoco hanno poi raggiunto gli accumulatori usando gli autorespiratori. Impossibile usare acqua, avrebbe fatto reazione con gli acidi delle batterie. Meglio il cemento perché, essendo sostanza basica, reagisce e annulla gli effetti degli acidi. Dopo tre ore veniva dato il cessato allarme e alle 16 i dipendenti potevano rientrare negli uffici, meno uno, di 31 anni, finito in codice verde al Niguarda. Tanta paura ma fortunatamente pochi danni.