Scopre che il figlio ha rubato e lo porta di peso in questura

La donna si è accorta che il ragazzino, 17 anni, nascondeva 5mila euro sotto il cuscino. A forza l'ha trascinato dagli agenti 

Si è presentata in questura raccontando di aver trovato poco prima 3mila400 euro in contanti sotto il cuscino della camera da letto del figlio 17enne con il quale vive alla Barona. Così, alle 4.30 di sabato mattina, ha tirato il suo «pupone» giù dal materasso e l'ha portato quasi di forza in via Fatebenefratelli 11 per un faccia a faccia con la polizia, all'Ufficio prevenzione generale. Dove lo hanno convinto a raccontare dove e come aveva rimediato quel malloppo.

Protagonista della singolare vicenda una madre «coraggio» di origini egiziane. Il figlio ha spiegato ai poliziotti di aver conservato quel denaro per conto di un amico spacciatore, un altro egiziano 18enne. Tuttavia, quando i poliziotti si sono presentati a casa del fatidico pusher trovandovi altri 5mila euro e pensando di poter passare alle manette, il diciottenne si è difeso, spiegando di non avere nulla a che fare con la vendita degli stupefacenti. E raccontando la sua verità, quella autentica. Quel denaro, ha spiegato il ragazzo alla polizia, era frutto di un furto messo a segno dal 17enne e da una sua amica italiana di 14 anni.

I due, venerdì pomeriggio, avevano infatti rubato nell'appartamento dove abita una loro giovanissima amica. E ci erano riusciti perché la ragazzina, in maniera sventata, aveva raccontato che in casa sua circola parecchio denaro contante. Gli «amici», fatto tesoro della notizia, venerdì mattina le avevano così rubato le chiavi di casa. Quindi avevano chiamato al telefono sua madre. «Sua figlia ha avuto un incidente signora - avevano gridato i bugiardi al telefono -, deve correre qui al pronto soccorso, è grave!». Sconvolta e in preda allo spavento la poveretta, che si muove a fatica con le stampelle per una vistosa invalidità, naturalmente era uscita subito, seppur faticosamente, da casa per prendere un taxi e precipitarsi a quello che doveva essere il capezzale della figlia.

A quel punto l'egiziano e l'amica sono entrati nell'appartamento, in zona Ripamonti, impossessandosi di circa 20mila euro e poi prendendone metà ciascuno. Entrambi, però, impacciati con tutti quei soldi, non sapevano dove custodirli. E mentre il ragazzino ha affidato circa 5mila euro al connazionale 18enne (per tornarsene a casa con i 3mila400 euro che infilerà sotto il cuscino) la 14enne italiana ha chiesto ospitalità per la notte alla madre di un'amica, presentandosi con più di 7mila euro. Dopo qualche ora, però, un pregiudicato 37enne, zio di un'altra compagna di classe, venuto a sapere della somma rubata, si è presentato alla porta della donna che ospita la giovane ladra, minacciandola e facendosi consegnare l'intera somma.

Dopo aver ricostruito la vicenda, la polizia si è recata a casa dell'uomo, trovandovi il denaro e arrestandolo per rapina e resistenza a pubblico ufficiale. I due ragazzini autori del furto, invece, sono stati indagati a piede libero per furto, mentre il 18enne è accusato di ricettazione.

Commenti

linoalo1

Mar, 23/04/2013 - 11:25

Domanda.Se ,la madre,fosse stata Italiana lo avrebbe fatto?No di certo!E ,perché no?Ditelo voi!Forse capireste che spesso bisogna punire più i genitori che i figli!Perchè?Perchè non sanno educare i propri figli!Perchè gli lasciano fare quello che vogliono senza mai intervenire!Io,prima di denunciare mio figlio,lo riempirei di botte!Voglio vedere se poi avrà ancora la forza di andare a rubare!Purtroppo verrei condannato Io per maltrattamenti e scusato mio figlio che rubava!Ecco perché la delinquenza aumenta!Lino.

paolodb

Mar, 23/04/2013 - 12:02

Ah, la società multirazziale ...

maurizio50

Mar, 23/04/2013 - 12:08

E così i ladri proliferano nell'indifferenza totale della Magistratura che ,incline al perdonismo, fomenta sempre più la commissione di reati da parte dei giovanissimi.Il popolo Italiano ringrazia!

Boccato

Mar, 23/04/2013 - 12:38

BRAVA SIGNORA !EXEMPIO É EXEMPIO !!

Mercurio_09

Mar, 23/04/2013 - 13:27

Tanto di cappelo a questa madre egiziana, come me lo toglierei per una italiana. Questa è la gente a cui dare fiducia sapendo che la ripagheranno anche se gli costa il cuore... L'Italia può e deve accogliere chi vuole una vita onesta e un miglioramento della propria esistenza nel rispetto delle regole e delle prospettive che può offrire la società ospitante. Ma deve essere ferma a respingere chi non rispetta le sue regole o infrange le sue leggi, senza buonismi di sorta.

Ritratto di alasnairgi

alasnairgi

Mar, 23/04/2013 - 13:38

Un tempo l'Italia era maestra di diritto! Lex romana docet. Ora ci facciamo dare lezioni da stranieri! Siamo caduti veramente in basso!

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 23/04/2013 - 13:58

Finalmente una madre che non somiglia alle bagasce di oggi.Mi rammenda Cornelia madre dei Gracchi.Ammirare questa MADRE.Anche se non italiana.

Ettore41

Mar, 23/04/2013 - 14:24

Brava la mamma. Vergogna per essere stati rilasciati a piede libero. Qui in UK sarebbero ospiti nelle patrie galere di Sua Maesta' la Regina. Ma questo e' un altro paese.

Gianca59

Mar, 23/04/2013 - 15:15

Complimenti alla Signora, un fulgido esempio che tanti dovrebbero seguire anzichè proteggere i figli a fronte di qualsiasi cazzata facciano.

Franck Dubosc

Mar, 23/04/2013 - 15:30

Questa è l'ennesima prova, se ancora ce n'era bisogno, che ancora esistono persone perbene, sia italiani che extracomunitari. Ma è anche l'ennesima prova che quella signora è solo una piccola minoranza di quel gruppo di persone così "a modo"...

Pierluigi Gualandri

Mar, 23/04/2013 - 15:51

Queste sono le notizie da evidenziare e pubblicizzare. In un Paese dove ti insegnano solamente a fregare gli altri,dove sei stupido se ti comporti onestamente,il comportamento di questa madre deve essere portato ad esempio.!

eloi

Mar, 23/04/2013 - 16:28

Il Comandamento, Non rubare. Non è scritto solo nel decalogo della dottrina cristiana.

aleste85

Mar, 23/04/2013 - 17:16

i commenti delle persone che vivono all'estero sono sempre i più apprezzati. sono come quelle persone che sono ancora follemente innamorate di un ex che gli ha lasciati. non perdono quindi occasione per criticarlo e per accusarlo. restate all'estero cortesemente che qui nessuno vi vuole

marvit

Mar, 23/04/2013 - 18:38

Subito la cittadinanza italiana alla madre....mai al figlio

zipala'

Mar, 23/04/2013 - 19:13

Storie di vita di normali famiglie italiane dove tutti rubano; prevedo che l'unica onesta, la madre del delinquente, sarà l'unica a finire in galera.

Franco Ruggieri

Mar, 23/04/2013 - 19:24

Una sola parola per questa madre: "chapeau"! Non so se punirla dandole la cittadinanza italiana, ma a noi serve una così.