Le scuderie De Montel vanno all'asta: "Sport, tempo libero e 1,1 milioni"

In vendita 5 aree degradate, 981mila euro per il mercato Gorla

Più punti alla qualità della proposta che all'offerta economica, ma ora ci sono anche le cifre da cui il Comune intende partire per «reinventare» cinque pezzi di città abbandonati al degrado. «Reiventing cities» è il progetto lanciato contemporaneamente lo scorso 17 novembre da 19 metropoli di 14 Paesi del mondo, capofila il sindaco di Parigi Anne Hidalgo che promuove anche il tavolo C40 sull'ambiente. I Comuni mettono all'asta aree degradate che da soli non riescono a risanare, fissa un prezzo ma anche dei criteri ambientali a cui attenersi, e punteggi premianti per chi nel progetto garantisce più attenzione al verde o efficienza energetica. L'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran aveva già spiegato le linee guida del progetto e le aree coinvolte ma ieri a una platea di almeno trecento architetti, sviluppatori e operatori del settore ha fornito dettagli e basi d'asta. Bisognerà offrire almeno 2 milioni 59mila 600 euro per aggiudicarsi un terreno di 4.900 euro in via Serio, tra Fondazione Prada e il quartiere in costruzione «Symbiosis». Il progetto dovrà essere «in sinergia» con le attività culturali, di ricerca e innovazione già presenti nella zona. All'asta il mercati coperto di Gorla, in viale Monza, 970 metri quadrati che il Comune chiede di «reinventare» con funzioni ancora collegate all'alimentazione e progetti di inclusione sociale. Prezzo di partenza: 981.600 euro. Il bando internazionale è forse l'ultima spiaggia per salvare le ex Scuderie de Montel, gioiello liberty in zona San Siro che rischia di crollare. Ma i 16mila mq in quella location potrebbero attirare molta attenzione, e la base supera di poco il milione (1.183.500 euro), dovrà essere recuperato l'edificio storico con attività legate a sport, verde e tempo libero. Si continua con 610 mq in via Doria tra Loreto e Centrale oggi usati come parcheggio, prezzo di partenza un milione 53mila 500 euro, obiettivo «ridisegnare lo spazio pubblico». La quinta area è proprietà di Fs e vincolata già dalle linee guida fissate dall'accordo sugli ex scali. A bando quello di Greco-Pirelli, zona Bicocca: 62.189 mq all'asta con una base di 7 milioni di euro, il progetto dovrà prevedere almeno 21mila mq di alloggi low cost e il 60% della superficie a verde. I progetti vanno consegnati entro il 20 aprile, prima selezione a giugno, scelta dei vincitori a gennaio 2019.