Scuola, dieci giorni al via Arrivano duemila «prof»

Mancano poco più di dieci giorni al via: le lezioni partiranno il 12 settembre. Ed ecco la buona notizia in arrivo da Roma: tra i mille e ottocento e i duemila docenti saranno assegnati alle scuole della Lombardia. Il totale per tutta Italia è di 11.200 assunzioni e quindi la quota lombarda è importante. Eppure si tratta di un numero di prof ben lontano dal poter risolvere la cronica carenza di personale che affligge la Lombardia. E inoltre, il fatto che la comunicazione arrivi a ridosso dell'inizio dell'anno scolastico crea qualche problema.
I nuovi assunti verranno scelti per metà dalle graduatorie dei precari e per il restante 50 per cento in base al concorso Profumo dello scorso anno. «Un buon risultato per la Lombardia, ma molto insufficiente» commenta l'assessore regionale all'Istruzione, Valentina Aprea. Mancano all'appello molti docenti: «Oltre 20.000 supplenze annuali saranno assegnate dall'Ufficio scolastico regionale a insegnanti precari. Una cifra che considera già i nuovi assunti».
Rimangono poi i buchi d i dirigenti scolastici, dopo il concorso che è stato annullato. «È una vera ferit. In più, nonostante tutto, non riusciremo a coprire tutte le sedi vacanti, che restano molte» spiega ancora Aprea.