Scuola gelida al rientro dalle vacanze Sos della Zona

A scuola col giaccone. Il termometro della scuola primaria di via Bognetti, ieri, faceva segnare 15 gradi. Non è neanche la prima volta che accade. Lo scorso anno i bambini dell'istituto Elsa Morante sono stati addirittura trasferiti in un'altra scuola. Stavolta, al rientro dalla pausa natalizia, hanno avuto la sorpresa di rientrare in classi gelide. Cause forse diverse da allora, ma stesso risultato. E il gelo si è prodotto nonostante i numerosi solleciti che al Comune sono arrivati dal Municipio 5, e in particolare da Silvia Soresina, assessore zonale all'educazione e istruzione. In quest'anno scolastico, il problema del riscaldamento è un impianto di distribuzione vecchio e pieno di incrostazioni che provocano problemi e malfunzionamenti. A dicembre, dopo varie iniezione di liquido disincrostante, è stato deciso un intervento quotidiano per cambiare i filtri ed evitare i blocchi, ma a quanto pare l'intervento nei festivi, siano essi domeniche o giorni di vacanza, non sarebbe possibile. Ed ecco il gelo di ieri.

L'assessore Soresina aveva chiesto di anticipare l'accensione negli ultimi giorni di vacanze natalizie per permettere il ripristino di temperature congrue alle attività scolastiche. Questa richiesta era stata anche esaudita, ma a causa dei filtri sporchi e non cambiati nel fine settimana l'impianto si è bloccato di nuovo, probabilmente domenica scorsa, e questo ha vanificato tutto. Ai guai dell'impianto si somma anche la dispersione dei serramenti poco isolanti. Ma anche la richiesta di sostituzione ha avuto poco riscontri, pare per ragioni economiche. E i lavori di manutenzione straordinaria deliberati nel 2017 non sarebbero ancora partiti. Fra ritardi e dubbi, un'unica certezza: il problema non è risolto, i bambini sono rientrati al freddo e solo dopo un giorno di riscaldamento, seguito al riavvio, la situazione è migliorata. «Il problema c'è - commenta l'assessore Soresina - e quel che può esser fatto, per una soluzione nel breve periodo, è un intervento quotidiano. Poi, l'impianto è da rifare completamente, in estate, a scuola chiusa, senza disturbare le lezioni. Intanto dovrebbe essere controllato quotidianamente il funzionamento dell'impianto. E sostituire o sistemnare i serramenti».

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 08/01/2019 - 10:44

la patania che funziona, pagliacci!