Scuola, premi al merito Viaggi regalo ai più bravi

Dalla Regione voucher a chi ha i voti più alti Da 500 a 3mila euro per soggiorni studio all'estero

Un viaggio premio all'estero per chi si è impegnato negli studi con ottimi risultati. A regalarlo questa volta non sono mamma e papà, ma addirittura la regione che ha istituito la «Dote merito», con l'obiettivo di promuovere la formazione degli studenti lombardi all'estero e incentivare il profitto scolastico. Le opportunità offerte dalla «Dote merito» per l'anno scolastico corrente a 451 studenti lombardi sono state presentate ieri dal presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana e dall'assessore regionale all'Istruzione, formazione e Lavoro Melania Rizzoli.

Davanti a centinaia di studenti, il governatore ha espresso il desiderio di poter «finanziare questa misura sempre di più, segno che il numero dei beneficiari è aumentato. Dote Merito è la dimostrazione che i nostri ragazzi hanno capito una cosa fondamentale: oggi la formazione nelle scuole superiori costituisce una premessa importante per essere ammessi e alle università più prestigiose».

Il provvedimento è articolata in due binari: la prima è l'erogazione di un buono di 500 euro per libri, dotazioni tecnologiche e strumenti didattici agli studenti delle classi terze e quarte che abbiano conseguito una valutazione finale media pari o superiore a 9. La seconda è destinata agli studenti che all'esame di Stato abbiano conseguito una valutazione di 100 e lode, o di 100 agli esami di qualifica o di diploma professionale. Si tratta di un buono di mille euro per partecipare a esperienze formative in Italia, di 1.500 se in Europa, di 3mila se nel resto del mondo. E si parla dei cinque continenti, dall'Australia alla Cambogia, dal Nepal a Singapore, dagli USA agli Emirati Arabi Uniti. Le aree tematiche sono agricoltura e ambiente, artigianato e industria, commercio, cultura, design e moda, discipline stem, lingue straniere, ristorazione, produzione, somministrazione e vendita di prodotti enogastronomici, sport, teatro e cinema.

«Il nostro obiettivo - ha chiosato Fontana - è che, anche in questo ambito la Lombardia sia la prima regione in Italia e la prima o, al massimo la seconda in Europa. Soltanto attraverso l'impegno quotidiano, la formazione e lo studio - ha proseguito - si possono raggiungere grandi risultati. Ditelo ai vostri compagni - ha concluso Fontana rivolgendosi ai ragazzi - in modo che possano partecipare l'anno venturo e contribuiscano a rendere questa platea ancor più affollata».

«Siamo molto felici di constatare che gli studenti meritevoli di questo premio all'eccellenza negli studi - ha sottolineato l'assessore Rizzoli - aumentano di anno in anno. Il merito nasce dall'esercizio della creatività, e questi viaggi promossi e finanziati da Regione Lombardia hanno proprio lo scopo di favorire e stimolare il pensiero, far fruttare la cultura e le conoscenze attraverso l'esperienza diretta. Non basta studiare il mondo, bisogna sperimentarlo».

MBr