Sea, nei primi sei mesi 2013 crescono utile e ricavi

Nei primi sei mesi del 2013 il risultato netto del gruppo che gestisce gli scali milanesi è cresciuto del 3,4% a 23,3 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2012, i ricavi registrano +6,5% a 354,3 milioni di euro: sono i dati che emergono dalla relazione finanziaria semestrale approvata all'unanimità dal cda. Traffico penalizzato dalla crisi internazionale, passeggeri in calo del 3,5% . Proseguono gli investimenti nelle infrastrutture. A ottobre il nuovo volo Malpensa - New York di Emirates

Utile e ricavi in crescita nel primo semestre 2013 per Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate. Il risultato netto è cresciuto infatti del 3,4% a 23,3 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2012 mentre i ricavi registrano +6,5% a 354,3 milioni di euro. Sono i dati che emergono dalla relazione finanziaria semestrale approvata all'unanimità dal cda riunitosi sotto la Presidenza di Pietro Modiano.

L'Eebitda si attesta a 70,1 milioni di euro, in crescita del 7%. L'indebitamento finanziario netto sale a 432,9 milioni di euro rispetto ai 411,4 milioni di euro al 31 dicembre 2012, da sottolineare che la gestione finanziaria comprende investimenti per lo sviluppo infrastrutturale degli scali realizzati nel periodo per 49,8 milioni di euro. L'impegno del Gruppo Sea nello sviluppo infrastrutturale dei propri scali si è concretizzato nel proseguimento dei lavori per il completamento del Terminal 1, la realizzazione del terzo satellite e l'ampliamento della Cargo City.

I ricavi del Gruppo sono stati sostenuti dall'entrata in vigore del Contratto di Programma, nonostante il calo dei passeggeri: il 49,5% dei ricavi deriva dalle attività aviation, il 23,8% da quelle non nviation e la restante parte deriva dalle attività di handling ed energia.

Sul fronte del traffico passeggeri, i primi sei mesi dell'anno hanno confermato il perdurare della difficile congiuntura con l’acuirsi della crisi economico-finanziaria che ha caratterizzato l'area dell'euro negli ultimi anni e con il rallentamento delle economie dei paesi emergenti, anche se sono stati avvertiti i primi segnali di ripresa per Stati Uniti e Giappone.

"Nel corso del primo semestre 2013 gli aeroporti gestiti dal Gruppo Sea - si sottolinea in una nota -, hanno evidenziato una riduzione del 3,5%, attestandosi a 12,8 milioni di passeggeri. Il risultato negativo registrato è stato determinato dalla cessazione e dalla riduzione dell’operatività di alcuni vettori verificatasi su entrambi gli scali e dal perdurare del negativo contesto macroeconomico mondiale ed europeo. In particolare il traffico passeggeri sugli scali milanesi ha fatto registrare globalmente performance negative sulle rotte Schengen (-5,6%) parzialmente compensate dalle rotte Non Schengen (+1,6%) per le quali si segnala l’incremento del traffico sulle rotte europee non Ue (+32%)".

"Lo scalo di Milano Malpensa ha registrato una diminuzione del traffico del 3,9% attestandosi a 8,4 milioni di passeggeri. Si segnala che il Medio Oriente ha registrato andamenti positivi (+13,3%) grazie alle buone performance di Emirates (+20,5%) e Turkish (+22%). Milano Linate, con 4,3 milioni di passeggeri registra una contrazione del 2,7%, le cui cause principali sono la riduzione del traffico verso Fiumicino, Bari, Napoli, Madrid, Parigi Charles de Gaulle e la cessazione del vettore Wind Jet".

Per quanto riguarda il traffico merci Milano Malpensa si è confermato come primo scalo d'Italia registrando un andamento allineato allo scorso anno (+0,4%) con un trasportato pari a 205 mila tonnellate, con significative performance delle rotte del Middle-East (+27%).

Il 2013 è un anno importante perché da ottobre diventerà operativo il nuovo volo Milano Malpensa/New York, in prosecuzione da Dubai che verrà aperto grazie al conseguimento da parte di della compagnia Emirates dei diritti di quinta libertà ad aprile 2013. Per il traffico merci, a partire da questa estate, grazie alla concessione dei diritti di quinta libertà alla Qatar Airways sono state attivate due nuove frequenze settimanali tra Doha/Milano Malpensa/Chicago.

Sempre in tema di voli internazionali e intercontinentali, il 13 gennaio scorso è stato inaugurato a Malpensa il terzo satellite del Terminal 1 dedicato ai voli extra-Schengen. La nuova struttura, su una superficie di 35.000 mq, è dotata di dodici gate e quindici finger e consente a Milano Malpensa, primo fra gli aeroporti in Italia, di accogliere contemporaneamente due Airbus A380 con double deck consentendo l’uscita dei passeggeri dai due diversi livelli dell’aereo. Il 10 giugno è stato firmato il “Contratto per la costituzione di diritto di superficie” con il quale viene assegnata, sino al termine della Convenzione Stato - Sea, l'area “per la realizzazione e la successiva gestione di struttura alberghiera” al Terminal 2 alla società Inter Hospitality Italia srl, società del Gruppo Ikea.

A partire da aprile EasyJet ha iniziato a operare con 5 collegamenti giornalieri sulla Milano Linate - Roma Fiumicino dopo la sentenza del Consiglio di Stato che ha confermato la decisione del garante della Concorrenza e del Mercato di fine ottobre 2012 ed ha affermato l’esistenza di una situazione di monopolio da parte del gruppo Alitalia. Per quanto riguarda

Sea Handling, conclude la nota, "in considerazione dello scenario immutato rispetto alla data di approvazione del bilancio 2012, la società continua a ritenere di non dover operare alcun accantonamento a fondo rischi nella situazione patrimoniale ed economica redatta al 30 giugno 2013 per la restituzione a Sea Spa. dei presunti aiuti di Stato. A tale proposito la società prosegue l’avviata interlocuzione con la Commissione Europea per la ricerca di una soluzione alternativa al recupero monetario. A tal fine è stata costituita una specifica Task Force coordinata dal presidente di Sea Handling, Edoardo Lecaldano".