Seduta nervosa e finale thriller sul bilancio della Regione

Alberto Giannoni

Giornata lunga e finale thriller, al «vecchio» Pirellone, dove il Consiglio regionale ha esaminato l'assestamento di bilancio. Una seduta nervosa e tesa, con i «grillini» che non hanno fatto mancare una protesta plateale, conclusa con l'allontanamento della consigliera Silvana Carcano (la candidata governatore, nella foto) a opera della Digos. La contestazione dei 5 stelle è scoppiata quando è stato messa ai voti per la seconda volta - riformulata e quindi ammessa dal presidente Raffaele Cattaneo - la proposta di finanziare con 500mila euro il 74esimo Open d'Italia di golf a Monza. Un evento importante, di richiamo, cui il governatore Roberto Maroni aveva annunciato un sostegno decisivo.

Il primo voto era stato negativo, anche per il no di una parte della maggioranza, intenzionata a far quadrare i conti,considerati a rischio dopo un altro voto imprevisto, quello che - su proposta del Pd - dava il via libera a nuovi fondi per la montagna. Il doppio imprevisto, indice anche di un raccordo non efficacissimo fra i partiti, ha indotto a decidere uno stop per ristabilire priorità e percorsi istituzionali. La seduta quindi è ripresa alle 19.45 ed è proseguita la votazione degli emendamenti: l'assessore al Bilancio Massimo Garavaglia ha ritirato gli emendamenti precedenti, annunciando un nuovo emendamento interamente sostitutivo che aggiungeva un ulteriore articolo al testo attuale della legge.

Intanto, nel primo pomeriggio, la giunta aveva annunciato misure importanti su Aler, famiglia e sulla sanità, con 10 milioni per ridurre costi e rette delle persone ricoverate nelle Rsa lombarde.