«Con Sel confronto giovedì Civati fa alchimie politiche»

Pietro Bussolati, segretario milanese del Pd. Tra i dem c'è già chi chiede il ballottaggio.«Non rispondo neanche alla proposta, mi fa solo sorridere».Però è vero che Sala ha vinto, ma bn sotto il 50%. «La sua è stata una vittoria netta, ha avuto anche un distacco superiore a quello tra Pisapia e Boeri 5 anni fa».La vittoria di Sala ha creato grandi agitazione, Sel ha mandato avvisi di strappo, inizia una stagione nuova?«È vero che con Sala si apre una nuova fase politica, ma non in antitesi con quello che c'è ora, riprendiamo l'esperienza arancione e la valorizziamo. Ma giovedì ho convocato una riunione di coalizione per chiarire i dubbi e organizzarci per la sfida».Se il centrodestra schiererà Stefano Parisi sarà una sfida tra manager, potrebbe essere più ostica per il centrosinistra?«Non ho paura, Sala è stato scelto da primarie a cui hanno partecipato 60mila elettori».Neanche se ci sarà un candidato anti-Sala di Rifondazione e civatani?«Noi ragioniamo in termini di contenuti, loro si astraggono in alchimie politiche su temi di politica nazionale».ChiCa