Semafori anche per le bici E per i bus il rosso dura meno

Cambiano le segnalazioni che riguarderanno anche le ciclabili Una centrale coordinerà i tempi, che per l'Atm saranno più brevi

Con un aggettivo abusato in questi anni si potrebbe dire che anche a Milano arrivano i semafori intelligenti. Forse non è così ma con i nuovi impianti che a breve saranno installati in diciannove incroci milanesi qualcosa cambierà. Innazitutto avranno le indicazione per le biciclette e poi, coordinati da una centrale operativa, saranno in grado di favorire il flusso dei mezzi pubblici. Quindi per bus, tram e filovie il rosso durerà molto meno. I lavori cominceranno a breve e dureranno due anni. Due anni per rimettere mano inizialmente a 19 impianti semaforici della città che ormai hanno il tempo che hanno e soprattutto in molti casi non sono più in grado di garantire gli standard di sicurezza necessari. É cambiata la città, è cambiato il traffico,ma sono soprattutto cambiati i soggetti che popolano strade ed in croci. Così i vecchi semafori devono lasciare il posto ad indicatori che prevedano non solo auto e mezzi pubblici ma anche bici e pedoni. Così la giunta nei mesi scorsi ha approvato un piano di interventi del valore di 4,7 milioni di euro che prevede la sostituzione e l'adeguamento dei semafori che garantiranno maggior sicurezza anche nell'eventualità di percorsi ciclabili, grazie a lanterne specifiche per le biciclette, e più accessibilità, grazie all'installazione ai dispositivi acustici per non vedenti e all'abbattimento di eventuali barriere architettoniche sui marciapiedi. Il piano di rinnovamento parte dalla sicurezza ma avrà una valenza importante anche sotto il profilo del risparmio energetico. E infatti è prevista la sostituzione delle lanterne tradizionali con lampade a led che consumano fino al 90% di energia in meno, hanno un ciclo di vita fino a 5 volte più lungo e dunque minor necessità di manutenzione. «Sostituiamo semafori vetusti con impianti più moderni e completi aveva spiegato qualche tempo fa l'assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran -,rendendo le strade più sicure per tutti, automobilisti, pedoni e ciclisti. In tutta Milano sono 728 gli impianti che governano il traffico cittadino, 639 dei quali già sostituiti con impianti più efficienti». I primi cantierei che verranno aperti per la sotituzione del vecchi semafori riguradano diciannove incroci della città: Pirelli-Fara, Cincinnato-Lazzaretto, Gioia-Galvani, Padova-Molino Del Dosso, Vitruvio-Settembrini, Vitruvio-Benedetto Marcello, Moscova-Turati, Pola-Taramelli, Moscova-Manin, Teodosio-Pacini, Teodosio-Vallazze, Teodosio-Casoretto, Argonne-Illirico, Bologna-Puglie, Ponti-S.Rita, Tobagi-Olgiati, Gozzoli-Gutemberg, Litta Modignani-Ippocrate, Garibaldi-Costituzione. Sostanzialmente i lavori riguarderanno la realizzazione di scavi per la posa dei cavi e dei pali, e di «pali a sbraccio» laddove siano presenti 2 o più corsie o alberature che impediscono la corretta visione del segnale da debita distanza. Infine la novità di cui si diceva all'inizio e che non è un dettaglio ma va nella direzione intrapresa dalla giunta Pisapia negli ultimi anni di scoraggiare l'utilizzo delle auto private nel centro storico ma non solo del centro storico. Tutti gli impianti saranno centralizzati, ovvero collegati a un sistema centrale informatizzato che consentirà, nel caso di traffico congestionato, di regolare i tempi semaforici e di favorire i flussi dei mezzi pubblici diminuendo i tempi di attesa a scapito del traffico privato.

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 29/02/2016 - 08:40

il semaforo, non è un apparecchio intelligente, lo si capisce, lo si capisce, da come guarda la gente.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 29/02/2016 - 09:26

Perchè le cose funzionino bisignerebbe avere anche gli "Assesori" intelligentik non solo i semafori.

frabelli1

Lun, 29/02/2016 - 12:08

Il semaforo ha sempre riguardato tutti, pedoni e veicoli, quindi anche le biciclette. Che poi i ciclisti non rispettino nulla è un altro discorso, ma questa mi sembra una buffonata.

cgf

Lun, 29/02/2016 - 13:48

2 anni per mettere mano a 19 semafori in una Milano... solo una considerazione, nel PD sono sicuri che vincerà Sala, oltre che da bere è anche da 'mangiare' per il resto No Comment

Mizar00

Lun, 29/02/2016 - 14:04

"anche" per le bici? Perchè, finora passavano col rosso?

P2752

Lun, 29/02/2016 - 15:29

considerando che, attualmente, i semafori specifici per le biciclette sono pochissimi, ben 19 semafori nuovi in tutta la città equivale a dire un pugno di sabbia in tutta la spieggia! La vera schifezza delle piste ciclabili è che sono fatte a miseri pezzettini, spesso di poche centinaia di metri: iniziano qui e finiscono lì...basterebbe poco per cominciare ad unire tratti tra loro creando dei veri e propri percorsi con la "p" maiusola...

macchiapam

Lun, 29/02/2016 - 15:49

L'inutile spreco di denaro pubblico non ha davvero limite....

paolonardi

Lun, 29/02/2016 - 16:02

I guidatore dibbici sono i piu' indisciplinati fruitori di un mezzo di locomozione con licenza di ignorare tutti gli articoli del Codice della strada.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Lun, 29/02/2016 - 19:05

prima di andare via bisogna spendere tutto e fare debiti alla faccia di chi viene dopo. Se il Comune cambia colore, allora chi viene dopo, si troverà con una montagna di lavori già commissionati e da pagare, ma se rimane lo stesso colore politico, allora non se ne fa niente.

carlonasti

Lun, 29/02/2016 - 21:37

In Olanda esistono da 30 anni. Siamo sempre avanti...

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Mar, 01/03/2016 - 11:58

Se sovraintende Maran a questo progetto incrociamo le dita ma temiamo il peggio ..