Sentenza ribaltata ok al coprifuoco per le sale giochi

La quinta sezione del Consiglio di Stato ha ribaltato la decisione del Tar e accolto il ricorso del Comune ritenendo validi i limiti di orario per le sale giochi. L'ordinanza firmata dal sindaco lo scorso 29 gennaio, impugnata poche settimane dopo dagli esercenti, aveva fissato apertura dalle ore 10 all'una del giorno seguente. E il Consiglio di Stato ieri ha affermato nel dispositivo che la «liberalizzazione degli orari di apertura degli esercizi commerciali non si applica alle case da gioco autorizzate», confermando quindi l'efficacia della disciplina degli orari fissata dal Comune, che risponde anche alla «necessità di tutela della sicurezza, incolumità e moralità pubblica».