Senza agibilità l'edificio della voragine

La voragine di Porta Romana? Colpa di condominio e costruttore. Carmela Rozza, assessore comunale alle Opere pubbliche, non molla. Il Comune secondo lei ha fatto di tutto e di più e ora sta aiutando gli abitanti di corso di Porta Romana 124 «che sono vittime più volte: sia di chi ha costruito, di chi ha venduto e di chi non ha controllato; inoltre stiamo parlando di un edificio che non ha l'agibilità dal 2010». Se è per questo, gli appartamenti non hanno nemmeno l'abitabilità, a sentire il costruttore: grazie a un giro di carte in uffici comunali diversi, la società edificatrice ha iniziato a vendere le case senza avere tutti i permessi in regola. E nessuno si è premurato di controllare l'operazione che in due anni si è conclusa felicemente. Per una volta la burocrazia pare sia stata alleata di chi voleva incassare velocemente e non un avversario. Intanto dell'altro edificio sul retro del palazzo in questione, che pare sia abusivo, per ora non ne parla nessuno.

Commenti

Tero59

Mar, 29/07/2014 - 15:05

COMPLIMENTONI!! quindi saremmo di fronte a degli sprovveduti che hanno pagato diverse (molte) centinaia di migliaia di eu x degli appartamenti senza verificarne lo stato di agibilità. Forse sarebbe meglio, se fossi le magistratura, una verifica + approfondita su chi, come e quanto ($$) sia è venduto e acquistato.

Abraracourcix

Mer, 30/07/2014 - 10:43

Quindi già nel 2010 si sapeva che qualche cosa lì non andava...

Ritratto di Fr3di

Fr3di

Gio, 31/07/2014 - 00:51

Nessun notaio può validare un atto di vendita in assenza di agibilità ed abitabilità. Qualcosa non quadra su quanto dichiara il comune. Non dimentichiamo che ha ceduto il suolo pubblico non è crollata la casa. E li sotto c'è anche la MM3 mi pare.