«Senza Berlusconi nessun capolista»

Forza Italia al lavoro sulla squadra. Gelmini: «Puntiamo su giovani e bravi sindaci»

Forza Italia riparte dai bravi sindaci, dai consiglieri che si sono distinti per il buon lavoro e che hanno già un consenso consolidato. Ma apre anche ai giovani, alle donne e a chi ha voglia di darsi da fare, anche se non ha la tessera di partito. Gli Azzurri, in attesa che sia ufficializzato il nome del candidato sindaco, lavorano sul metodo per formare le liste per le comunali. E confermano la volontà di lasciare in bianco il nome del capolista: «Dovrebbe spettare, come è sempre stato, a Silvio Berlusconi - spiega la coordinatrice regionale Mariastella Gelmini - ma non gli hanno permesso di candidarsi, ed è stato ingiustamente espulso dal Parlamento. Con il nome vuoto vogliamo rendere evidente questa ingiustizia».