Sequestrati 400mila giochi pericolosi

In un magazzino 1,5 milioni di merce dannosa. Denunciato un cinese

Cristina Bassi

Ci sono pupazzetti di Pikachu e di Babbo Natale, portachiavi con puntatori laser, cerchietti con coroncine luminose, cappelli di Santa Claus, selfie stick. È un campionario di giocattoli molto comuni ma pericolosi quello sequestrato dalla polizia locale. Gli oggetti contraffatti sono oltre 400mila, per un valore di circa 1,5 milioni di euro, e sono stati scovati dagli agenti in un magazzino in zona Stephenson. Il titolare dell'attività commerciale, un cittadino cinese, è stato denunciato a piede libero per contraffazione, ricettazione e violazione dei divieti del Codice del consumo.

Le indagini del nucleo Anti abusivismo, sotto la guida del comandante della polizia locale Antonio Barbato, sono partite da un controllo nel negozio dello stesso uomo che vendeva merce pericolosa, tra cui puntatori laser illegali. Tutti i giocattoli sequestrati sono rischiosi per la sicurezza e dannosi per la salute dei bambini. Non avevano regolare documentazione fiscale, né l'etichetta con l'indicazione del fabbricante o della composizione e delle precauzioni d'uso. Molti sono inseriti nel sistema europeo di allerta dei consumatori «Rapex», che elenca i prodotti pericolosi. «Con le festività- spiega Barbato - purtroppo aumenta esponenzialmente l'importazione illegale di questi prodotti che non sottostanno ai controlli e alle regole di sicurezza previsti dall'Ue». Aggiunge l'assessore alla Sicurezza Carmela Rozza: «Proprio in occasione del Natale genitori attratti dal basso prezzo possono comprare questi giochi, purtroppo venduti anche nei negozi, senza sapere che possono essere pericolosi per i loro figli. Il lavoro della polizia locale è quello di assicurare ai consumatori prodotti non dannosi e tutelare i commercianti onesti».

Ecco alcuni dei giochi pericolosi sequestrati: racchetta ricaricabile per zanzare, che presenta un grave rischio di scossa elettrica; selfie stick, che nel manico ha un alto contenuto di paraffina; fionda luminosa, con un rischio grave di soffocamento per piccole parti che si staccano e un vano batterie chiuso solo con il nastro adesivo; palline in plastica trasparenti, con all'interno liquidi nocivi, lieviti e muffe; telefono cellulare per bambini con effetti sonori e luminosi, che ha piccole parti che si staccano e si possono ingerire e un vano batterie che si apre facilmente; portachiavi con luci led, che presentano un rischio grave di danni alla retina a causa del led superiore alla «Classe 1»; colla per unghie, con rischio chimico a causa dell'uso di cloroformio e dibutilftalato; peluche a forma di gallo con batterie, che può provocare ustioni per il surriscaldamento delle pile.