Una serratura adeguata abbatte la metà dei furti

Manutenzione e piccoli accorgimenti le armi contro i topi d'appartamento

I giornali, ormai, non riportano più questo tipo di notizie, talmente è abituale. Le case vengono svaligiate sempre più frequentemente complice la crisi, certo, ma anche il nostro modo trascurato di difenderci dalle intrusioni. Noi italiani, infatti, siamo tipici nel preoccuparci, quando entriamo in un nuovo appartamento, di volere a tutti costi la porta blindata, salvo poi, negli anni, dimenticarci della serratura installata, come se questa avesse un potere magico di resistere sempre e comunque a qualsiasi intrusione tecnologica dall'esterno. Purtroppo non è così, come spiega Giorgio Bellitti, grande esperto nel settore e titolare di Bellitti Serrature.

«È vero - dice - gli italiani non sono abituati a fare manutenzione alle serrature. Corriamo ai ripari solo dopo aver subito il furto. Basterebbe veramente poco. Probabilmente è una questione di soldi, di risparmio. Eppure, l'intervento di un esperto potrebbe tranquillizzare il cliente, anche perché la persona che fa il sopralluogo non necessariamente consiglierà interventi radicali. Anzi, a volte non serve apportare modifiche sostanziali, ma soltanto delle piccole variazioni e aggiornamenti nelle serrature. È importante fare questi controlli per verificare lo stato delle cose».

I topi d'appartamento non sono degli sprovveduti, ma malfattori aggiornati e tecnologicamente evoluti. «È vero - conferma Bellitti -. I ladri fanno ricerche e sviluppo che noi privati non facciamo. La mia società, dal lontano 1948 a oggi, si è sempre più specializzata, trasformandoci in Grossisti Tecnici. Gestiamo, infatti, un magazzino con un'estensione di 40mila prodotti, dalla piccola serratura per la porta interna di una casa fino ai sofisticati sistemi difensivi per le banche». Ma con tutti questi pezzi, non c'è il rischio concreto che qualcosa diventi obsoleto?

«Quelli più complessi li aggiorniamo costantemente. Le piccole serrature, invece sono sempre utilizzabili. Le aziende, in effetti, fanno passi da gigante, proponendo sempre soluzioni innovative e sicure. L'importante è offrire al cliente ciò che cerca».

Ma siamo veramente così a rischio? «Guardi, mi sono capitati tanti casi durante la mia attività che testimoniano proprio questo fattore rischio. A volte basta un cilindro che sporge senza protezione per invogliare i ladri al furto. Purtroppo, se non si effettua una corretta manutenzione delle sue difese, la casa diventa un bersaglio facile. E così anche i nostri beni. Va poi sottolineato che grazie all'installazione di un sistema di allarme, sono stati sventati molti furti, perché con la sirena in azione gli scassinatori scappano. In ogni caso ripeto: con un apposita serratura non correremmo tanti rischi».