Sgrida i pedoni passati col rosso Salgono sul tram e lo massacrano

Per insegnare le buone maniere al figlio adolescente, un «signore» di 55 anni per prima cosa gli ha fatto attraversare la strada con il semaforo rosso. Poi, per proseguire nell'educazione, lo ha fatto salire sul tram, costretto a frenare per non investirli, per prendere a calci e pugni il conducente che si era permesso di rimproverarli. Quindi se ne sono andati tranquillamente, lasciando a terra pesto e sanguinante il dipendente dell'Atm. Il corso di galateo della strada è stato improvvisato l'altra sera attorno alle 21 in piazza V Giornate dove stava arrivando sferragliando un tram condotto da Luca D., 33 anni, costretto a una brusca manovra per evitare i due pedoni. Il conducente ha prima scampanellato a lungo, poi li ha rimproverati dal finestrino, irritando il «signore» che è salito sul mezzo insieme al ragazzo per manifestare il proprio «dissenso». Sotto forma di calci e pugni. Completata la lezione i due si sono dileguati mentre un'ambulanza trasportava il tramviere in ospedale e l'Atm provvedeva a inviare un altro conducente per proseguire la corsa.