Si vota per eleggere i sindaci: sfida in 66 Comuni lombardi

Le partite più importanti a Mantova e Lecco, dove il centrodestra è unito e sostiene Bulbarelli e Negrini. Nel Milanese vanno alle urne otto cittadine

Due capoluoghi di provincia, 16 Comuni superiori a 15mila abitanti, 66 centri in tutto, di cui otto nel Milanese. Un pezzo di Lombardia va al voto fra una settimana per eleggere sindaci e rinnovare i Consigli comunali.

A Lecco e Mantova le sfide più importanti. La città dei Gonzaga conta una dozzina di candidati. Il sindaco uscente Nicola Sodano ha deciso di non presentare la sua ricandidatura e il centrodestra affida le sue speranze all'ex assessore regionale Paola Bulbarelli, di Forza Italia, sostenuta anche da Fratelli d'Italia, da una formazione civica, «Bulbarelli è Mantova» e dalla Lega, con il segretario Matteo Salvini che proprio tre giorni fa ha tenuto un comizio in centro. Il principale avversario di Bulbarelli sarà Mattia Palazzi: 37 anni, del Pd, operatore sociale ed ex presidente provinciale dell'Arci, Palazzi appoggiato anche da Sel, Popolari per Mantova e civica Palazzi 2015. Gli outsider sono Michele Annaloro, candidato del Movimento Cinquestelle, e Cesare Azzetti del raggruppamento di sinistra con Rifondazione comunista.

A Lecco corre per la riconferma il sindaco uscente Virginio Brivio, renziano della primissima ora che conta sul sostegno di Pd, «Appello per Lecco» e «Vivere Lecco». Ma dovrà verdersela con Alberto Negrini, commerciante di 53 anni, titolare di un negozio di pelletteria nella centralissima via Cavour. Negrini è sostenuto da «Viva Lecco», Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia. E pochi giorni fa ha incassato la visita del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e di quello della Lega, Matteo Salvini. Pieno di entusiasmo il sostegno di Berlusconi: «Vorrei che Forza Italia fosse capace di fare quel che ha fatto a Lecco - ha detto l'ex premier - via i marpioni, trentadue candidati e nessuno che prima avesse un posto nell'amministrazione pubblica. C'è bisogno di gente completamente nuova: manager, candidati che arrivano dalle aziende, persone che arrivano dal volontariato». Anche Salvini una decina di giorni fa è sbarcato in riva al lago per dare una mano a Negrini e ha stroncato le ambizioni di Lorenzo Bodega, che ha l'appoggio di Ncd, «Destra per Lecco» e «Bodega sindaco sì». Fuori dai poli più consolidati, il Movimento cinque stelle” schiera Massimo Riva. Al quarto posto sulla scheda ci sarà la compagine di Alberto Anghileri.

Quanto alla provincia di Milano, si vota in otto Comuni dell'hinterland. I più grandi sono Cologno Monzese, Bollate, Corsico, Parabiago e Segrate. A un turno eleggeranno il sindaco Vermezzo, Vizzolo Predabissi e Baranzate.

Gli elettori dovranno tener presente che si voterà solo la domenica 31 maggio. E anche questa ridotta finestra per andare alle urne fa temere un'alta astensione - previsione fondata anche sui sondaggi. Lo spoglio delle schede comunali inizierà alle 14 di lunedì 1° maggio mentre saranno subito spogliate le schede delle sette regionali.