Sigilli al tendone «X Factor». E Torino si fa avantiLa trasmissione contesa

Polemiche e complicazioni per «X-Factor», e sulla trasmissione televisiva si apre una sfida fra Milano e il Piemonte.
La magistratura ha sequestrato il cantiere n cui sta sorgendo la tensostruttura che ospiterà la prossima edizione di «X-Factor» e Torino rinnova la propria disponibilità a ospitare il talent musicale. «Abbiamo lavorato per mesi con Film Commission Piemonte e Parco Olimpico - ricorda l'assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Michele Coppola - per ospitare X-Factor 2013 al Palavela, al PalaOlimpico o in altri luoghi di Torino. Dopo numerosi sopralluoghi, ci eravamo convinti che potessimo essere i prescelti, ma alla fine non se ne fece nulla». «Mi chiedo perché costruire ex novo un tendone - prosegue Coppola - suscitando le ire dei residenti, le proteste degli amministratori pubblici e, infine, il sequestro del cantiere. Certamente Sky non avrebbe voluto questo regalo per il suo decimo compleanno. Noi siamo ancora pronti ad offrire location - conclude l'assessore - competenze e tecnici per garantire la riuscita e il successo di questa produzione».