Società comunali, Pisapia alle corde

Di «scenario opaco» parla l'inchiesta per turbativa d'asta aperta dal pm Alfredo Robledo a proposito del bando con cui il fondo F2i di Vito Gamberale si è aggiudicato per 385 milioni (più un euro) la quota del 29,75 per cento ceduta dal Comune di Sea, la società che gestisce gli aeroporti di Linate e Malpensa. E attraverso Sacbo, di cui azionista di maggioranza relativa, anche quello di Orio al Serio. Un'operazione datata dicembre 2011 e tornata di attualità oggi per le notizie apparse sulla cronaca giudiziaria. Ma anche per l'interessamento della Regione alla società aeroportuale, dopo che il governatore Roberto Maroni ha ufficialmente chiesto al sindaco Giuliano Pisapia, ma anche agli altri soci privati, di poter acquistare un pacchetto di azioni. Confermando così la sua volontà di avere sempre più voce in capitolo nel rilancio dei due scali lombardi oggi piuttosto in crisi.

Commenti

angelomaria

Dom, 18/01/2015 - 19:07

PD SEL L'ACCOPPIATA VINCENTE STRANO NON SI VEDA L'LE CLASSICHE IDV LUI DI SOLITO NON MANCA IN QUESTE CORPORECTION CORROPT INC.