Comune in rosso? Non per il Leonka

Il bilancio prevede tagli su tutto ma per spostare il centro sociale i soldi ci sono. E scoppiano le polemiche

Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia

Giuliano Pisapia se l'è cantata. «Ho ricevuto il primo sondaggio istituzionale che abbiamo commissionato e ho scoperto che le domeniche a piedi e Area C hanno un consenso estremamente rilevante» e «la qualità della vita a Milano è considerata a un livello altissimo». Citando un altro sondaggio ha ricordato che «è cresciuto il consenso del sindaco, soprattutto il consenso elettorale». Autopromozione due sere fa, davanti all'assemblea pubblica del Pd che ha accompagnato con un minuto di applausi il discorso dell'ex assessore alla Cultura Stefano Boeri («la partecipazione promessa due anni fa in piazza Duomo è una lontana parente di quella applicata in questi mesi» uno dei passaggi più critici nei confronti del sindaco e del partito) ed era mezza vuota - diciamo pure per due terzi - quando è stato il turno di Pisapia. Ma la freddezza del partito nei confronti di Pisapia va oltre se a fargli il tagliando sono i renziani. Gabriele Messina, membro della direzione regionale Pd, in una pausa fuori dall'auditorium commenta una delle notizie pubblicate su Repubblica negli ultimi giorni. «La vicenda Leoncavallo sta per chiudersi», il capannone occupato abusivamente da vent'anni sarà assegnato al Comune che lo affitterà al centro sociale. La famiglia Cabassi, proprietaria dell'area, riceveranno in cambio un'ex scuola in via Zama. «Intanto - attacca Messina - prima di assumere scelte andrebbe fatto un discorso complessivo su spazi sfitti, problemi generali dei centri aggregativi, non ci sono corsie preferenziali. Spero che soprattutto il Pd apra una discussione perchè è un tema delicato e su cui il partito non ha una posizione condivisa sarebbe ancora più grave se ci fossero anche spese da parte del Comune, se si dovessero spendere soldi e non incamerare affitti o fare favori a qualche imprenditore, mentre nel Bilancio 2013 si dovrà tagliare l'impossibile e chiedere sacrifici ai milanesi». Evita «ogni commento» su una sequenza singolare: esce la notizia sul Leonka e il giorno successivo, sul sito Affaritaliani.it, un'intervista al deputato di Sel e storico portavoce del centro sociale Daniele Farina in cui invita Pisapia a sfidare Matteo Renzi alle prossime primarie nazionali per conquistare la leadership del centrosinistra. «Non ha fatto una bella figura, spero che le due cose non siano legate» puntualizza l'esponente Pd.
Mala tempora currunt per il sindaco. C'è il rischio - parliamo pure di certezza - che i renziani inizino a manifestare qualche distanza plateale dalla sinistra radicale. Con le dichiarazioni o sulle delibere che approderanno in aula, magari già domani sulla vicenda della scuola-modello di San Giusto che la giunta vorrebbe scaricare allo Stato come se fosse un peso. Poi verrà il tempo del bilancio dove una fetta dei Democratici non è così convinta di massacrare i ceti medi in nome dell'equità. Tempo al tempo.
All'assemblea del Pd Pisapia ha esordito con una gaffe: pensando che Boeri non fosse più in sala ha sottolineato che «partecipazione vuol dire anche assistere a tutto il dibattito, non solo intervenire e andarsene». E ha attaccato senza citarlo il sindaco di Firenze: «É rafforzando l'unità tra Pd e Sel che rafforziamo la coalizione, non con la rottamazione» più o meno le sue parole. «Piuttosto che saldare l'alleanza, meglio pensare di allargare il centrosinistra ai moderati» è la replica di Gabriele Messina. Che ha condiviso «al 100% il discorso di Boeri». Nel suo intervento ha invitato Pd e giunta a «rivolgersi sempre, quando si tratta di fare scelte e bilanci, a tutti i tipi di cittadini e non solo a quelli già fidelizzati perchè iscritti a partiti di maggioranza o promotori di comitati».
E a proposito di Comitati, quelli arancioni sono radunati per tutto il weekend nei «2 Giorni X Milano», una sorta di stati generali con gruppi di lavoro su progetti da presentare ad assessori e referenti dell'amministrazione. Questa mattina interviene Pisapia. Ma ieri anche Paolo Limonta, uno dei fedelissimi e il coordinatore del comitati arancioni, ha dovuto ammettere in apertura che «l movimento chiede più partecipazione ai progetti, non solo il coinvolgimento su quelli già realizzati come Pgt o Area C». La domenica del sindaco si chiuderà con un lungo vertice di giunta a partire dalle 19, il tema clou è ovvi«mente il buco di 437 milioni nel Bilancio 2013.

Commenti

Silviovimangiatutti

Dom, 14/04/2013 - 08:40

Probabilmente hanno festeggiato anche loro alla notizia della morte della Thatcher.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 14/04/2013 - 08:57

pisapia è un mafioso. non c'è molto da discutere. anzi forse si: come mai spreca in modo spudorato i soldi dei contribuenti? :-)

gzn663

Dom, 14/04/2013 - 11:04

Avete sostenuto la giunta piu ladra di tutti i tempi,sostenuta dalla camorra,e il problema è il leoncavallo!!! Ridicoli pennivendoli al soldo del padrone

vince50

Dom, 14/04/2013 - 11:52

Non c'è niente da fare,se non si è bacati in testa non si può comunisti.Indirizzare i soldi di tutti per mantenere i rifiuti umani dei centri sociali,cannati con la testa piena di fumo rifiuti sociali neppure utili per farci il sapone perchè troppo marci.Però sono un sicuro serbatoio di voti,quindi vanno mantenuti e coccolati,avanti popolo.

frabelli1

Dom, 14/04/2013 - 12:06

Sono felice di non abitare più a Milano da circa 10 anni. All'inizio sentivo molta nostalgia, e quando tornavo era piacevole vedere la città vivace, pulita ed infiorata. Oggi la trovo sporca, grigia e poco sicura. Grazie Pisapia.

handy13

Dom, 14/04/2013 - 12:10

...non l'ho votato,...ma credo sia giusto fare riferimento ai gruppi che l'hanno votato,...usciamo dalla retorica che il sindaco è sindaco di TUTTI,...sì, ma con occhio di riguardo x i suoi amici e la sua parte politica,....

bangalà

Dom, 14/04/2013 - 12:19

A milanesiiiii lo avete voluto il pisapippo e mo ve lo tenete: lavorate di più per mantenere il Leoncavallo.

CARLINOB

Dom, 14/04/2013 - 12:22

Voi del Giornale non ci potete arrivare dato che siete sempre circonflessi da gente che per una palpatina spendono anche 30 mila Euro . Come potete capire voi Giornale si deve cerca di aiutare anche quelli dei centri sociali per togliergli almeno in parte la giusta rabbia verso i personaggi che Voi parassiti difendate ?

angelo piras

Dom, 14/04/2013 - 12:27

@ mortimermouse.(-: Perché Pisapia é di sinistra:-)

primula

Dom, 14/04/2013 - 13:27

e poi uno si chiede come mai da quando i grillini sono in parlamento e i loro padrini sindaci nelle città non si muove più una molotov,spranga,un sanpietrino..............

guidode.zolt

Dom, 14/04/2013 - 13:38

Ma non c'è un cassonetto fuori della porta...?