Sorpresa alla maturità: è boom di promossi

Più secchione le ragazze: si diploma quasi il 99%. Fra i privatisti bocciati tre quarti dei candidati

Arrivano le pagelle: un primo significativo dato sui risultati degli esami di Stato 2008 evidenzia che in oltre il 55 per cento delle commissioni delle scuole statali della Lombardia la media dei diplomati raggiunge il 97,19 per cento contro il 96,6 dello scorso anno.
A sorpresa, dunque, finora non pare che si sia usato un criterio di maggior severità. Per quanto riguarda in particolare gli studenti delle scuole di Milano e provincia la media dei diplomati raggiunge il 97,45.
Vanno comunque meglio le ragazze che raggiungono una media di promossi del 98,42 per cento.
Eppure ci sono stati casi in netta controtendenza, come quello della commissione in cui ha conquistato a 77 anni il diploma F.M., la nonnina della maturità milanese, dove sono risultati promossi meno di un quarto dei candidati privatisti esaminati. Fatte eccezioni di questi tipo che, guarda caso, riguardano ancora una volta i privatisti, è facile concludere che nelle commissioni di candidati interni si è arrivati quasi a una promozione generalizzata. Questa comunque dovrebbe essere l’ultima occasione per arrivare al diploma, basandosi solo o quasi sull’esito delle prove della maturità. Dal prossimo anno, infatti, si cambia e scatteranno le forche caudine dei debiti formativi.
Nessuno potrà essere ammesso agli esami se prima non avrà raggiunto almeno la sufficienza in tutte le discipline.
Ed è in questa prospettiva che molti studenti di quarta classe hanno dovuto rinunciare a parte della vacanze per restare al lavoro sui libri e seguire i corsi di recupero che le scuole hanno organizzato.
In alcuni casi i corsi si stanno svolgendo a luglio, in altre si terranno all’inizio di settembre per poter essere nuovamente scrutinati e, solo se ritenuti sufficienti, essere promossi in quinta classe.