Sos sicurezza, bocciata richiesta per i fondi extra alla polizia locale

Bocciati in consiglio comunale i primi emendamenti dell'opposizione all'assestamento di bilancio. È cominciato ieri l'esame delle proposte di modifica alla delibera: su 4794 emendamenti presentati dal centrodestra (2199 di Fratelli d'Italia, 2014 della Lega, 567 di Forza Italia, 3 del centrista Manfredi Palmeri, 10 del Nuovo Centrodestra, uno del Pd) ne sono stati dichiarati al momento inammissibili una novantina. Il primo emendamento votato della Lega, chiedeva uno spostamento di risorse a favore della polizia locale ma ha ricevuto la bocciatura della maggioranza. Nel dettaglio il lùmbard Igor Iezzi chiedeva che 32.000 euro venissero destinati alla sicurezza «una vera e propria emergenza visto il numero dei reati commessi in città nell'ultimo periodo». I finanziamenti sarebbero dovuti servire per dotare i vigili di attrezzature più moderne ed efficaci. A Rincarare la dose il capogruppo di Forza Italia Alan Rizzi: «il livello di sicurezza è sceso da 10, quando vicesindaco era De Corato, a 2 attuale: è necessario alzare gli stanziamenti per la sicurezza». Al terzo emendamento però la maggioranza ha fatto venire meno il numero legale. «Siamo all'assurdo - commenta Riccardo de Corato, vicepresidente del consiglio - i consiglieri di maggioranza ci chiedono di non fare ostruzionismo e di contribuire all'approvazione dell'assestamento e poi sono proprio loro che fanno mancare il numero legale. C'è un problema. Noi non ritireremo comunque i nostri emendamenti anche se verrà approvato alla Camera l'emendamento “salva Imu”. il problema ora è a2a».