Sosta, via agli abbonamenti L'annuale slitta in primavera

I cartelli (abusivi) con gli aumenti sono spuntati con largo anticipo, scatenando caos e il rischio di ricorsi. La stangata sulla sosta in centro - 2 euro all'ora per le prime, poi si passa a 3 euro all'ora - scatterà come ha precisato l'assessore ai Trasporti del Comune Piefrancesco Maran solo da gennaio, la data verrà comunicata con un'ordinanza. Lo slittamento del giorno x è legato alla novità degli abbonamenti, inseriti nel nuovo regolamento della sosta per alleggerire pendolari, turnisti e altre categorie costrette a sostare a lungo sulle strisce. Ma anche per incassare risorse sicure in un campo dove il tasso di evasione è altissimo. É stata pubblicata ieri sul sito del Comune la determina che spiega nei dettagli come funzionerà il sistema e chi avrà diritto alle tessere. Dalla prossima settimana gli interessati potranno iniziare a richiederle (il giorno esatto verrà deciso tra oggi e domani a Palazzo Marino e comunicato ai cittadini). Con una sorpresa: nella prima fase di applicazione «saranno attivati abbonamenti mensili su supporto cartaceo», slitta almeno alla primavera l'opzione dell'annuale (da 250, da 400 o da 600 euro all'anno a seconda delle zone) votata a luglio dal consiglio comunale.
Le opzioni sul campo, dunque. L'abbonamento ordinario sarà valido nella cerchia extra-filoviaria, nelle zone più periferiche dunque, e per il solo ambito 43 la validità non si estende alle vie in zona Bicocca (tariffate a 1,20 euro all'ora). Il mensile da 40 euro può essere acquistato da tutti, anche non residenti a Milano. La distribuzione sarà gestita da Atm. L'abbonamento agevolato si riferisce sia alla cerchia extra-filoviaria (sempre esclusa l'area Bicocca) sia alla cerchia filoviaria, costa 25 euro al mese nel primo caso e 60 nel secondo. Ne hanno diritto i lavoratori che abbiano turni che iniziano prima delle 6.30 o finiscono dopo le 21, la categoria comprende anche edicolanti, operatori sanitari, forze dell'ordine, giornalisti che operino normalmente, anche non in base a turni predefiniti, negli orari indicati. Operatori e artigiani avranno diritto ad una tessera per esercizio che abbia sede nell'ambito di sosta, commercianti e pubblici esercizi uno per ogni dipendente impiegato stabilmente in quelle fasce orarie. La terza opzione di abbonamento agevolato vale nella Cerchia dei Bastioni e costa 60 euro al mese, ma lo potrá chiedere esclusivamente chi svolge «funzioni di primaria utilitá pubblica», come operatori sanitari e forze dell'ordine che operino nelle fasce orarie indicate. Le tessere a scalare infine dà diritto ad uno sconto del 70% sull'abbonamento agevolato, è riferita a tutte le strisce blu della cittá e rivolta a manutentori (solo per i veicoli di trasporto cose), ascensoristi, rappresentanti di commercio, fruitori di strutture alberghiere (massimo una tessera ogni 20 stanze). Se gli abbonamenti ordinari potranno essete distribuiti direttamente da Atm, per quelli agevolati servirà un doppio step, la presentazione di tutta la documentazione necessaria agli uffici comunali che dopo l'istruttoria daranno o meno l'ok.