Sosta, la domenica salasso da 13 euro

La stangata della sosta si intuisce a poco a poco. Da oggi si riaccendono le telecamere di Area C dopo la pausa natalizia e scattano gli aumenti per parcheggiare sulle strisce blu in centro. Rientro doppiamente amaro per i pendolari che non possono fare a meno dell'auto. Fino ad oggi si pagava due euro all'ora per sostare dalle 8 alle 19 e 1,5 euro tra le 19 e mezzanotte, anche se per la sosta lunga serale di due euro per cinque ore. Da questa mattina, dalle 8 alle 19 si pagano i soliti due euro per le prime due ore di sosta, dalla terza in poi la tariffa sale a 3 euro all'ora. Tra le 19 e le 24 invece la tariffa è di 2 all'ora per le sole prime due ore di sosta e gratis per il tempo eccedente. Nella Cerchia filoviaria (l'area compresa all'interno del percorso della linea 90/91 per intenderci) è in vigore la tariffa da 1,2 euro all'ora dalle 8 alle 19 nei giorni feriali, in quella extrafiloviaria (l'area più periferica, esterna alla 90/91) quella da 80 centesimi all'ora ma in questo caso si paga solo dal lunedì al venerdì e dalle 8 alle 13. Quello che è stato poco discusso finora, ma sarà chiaro ai milanesi nei suoi effetti tra cinque giorni, la prima domenica sotto il nuovo regime della sosta-Pisapia, è che fuori dal centro appunto esiste una distinzione tra giorni feriali e festivi, nell'estrema periferia è gratis anche il sabato. In centro invece la stangata sarà in vigore tutti i giorni, domenica compresa. Finora milanesi e non venivano in zona 1 per una passeggiata, lo shopping della domenica o uno spettacolo al cinema potendo contare sulla tariffa della sosta cumulativa, per posteggiare 5 ore sulle strisce blu bastava un «grattino» da due euro. Domenica prossima, lo stesso tempo costerà 13 euro, addirittura undici in più. Per chi si ferma più a lungo, il «contatore» sale 3 euro all'ora.
La rivoluzione della sosta è stata votata lo scorso luglio in Consiglio all'alba, durante una seduta-show, con il contingentamento dei tempi imposto dalla maggioranza e la rivolta del centrodestra. Ci fu un pressing a sinistra per approvare la manovra prima della pausa estiva anche se - parlano i fatti - aumenti e abbonamenti mensili da 40 euro per chi sosta nella corona periferica (a disposizione anche dei non residenti) entrano in vigore solo oggi, quasi sei mesi dopo. Che fretta c'era? Ma in quella seduta agitata non si discussero eventuali correzioni alla delibera, nè in seguito la giunta ha ritenuto evidentemente di garantire ancora uno sconto la domenica, quando i mezzi pubblici viaggiano ad orario festivo e la gente vuol raggiungere il centro in auto per fare spese e godersi uno spettacolo senza che diventi un «massacro» economico. Il consigliere di Forza Italia Fabrizio De Pasquale invita «ora a ripensarci. Presenterò in aula una mozione che spero venga votata in maniera bipartisan. Pensiamo alle famiglie che si spostano con uno o più bimbi: nei festivi bisogna aspettare anche 15/20 minuti che arrivi la metropolitana. E rischia di essere un'altra batosta al commercio, già nei giorni di Area C la gente passeggia in centro ma non vuole caricarsi di pacchi sui mezzi, aspetta la domenica».