Sosta, la maxi truffa dei parcheggi auto finisce dal 7 gennaio

Dopo parecchie faise partenze, c'è una data per la stangata sulle strisce blu in centro. Dal 7 gennaio si pagheranno due euro per le prime due ore e tre euro all'ora per le successive. Da quel giorno i cartelli con gli aumenti che il Comune ha iniziato a piazzare con largo anticipo (addirittura dal 28 novembre in Area C) diventeranno a tutti gli effetti regolari. Finora - anche oggi - sono «abusivi». Chi arriva e non conosce la città, ma anche i milanesi che sono abituati ad usare il gratta e sosta invece dei parcometri (almeno quelli sono sempre stati tarati sulle vecchie tariffe) probabilmente hanno letto i segnali ufficiali, si sono fidati e hanno «grattato» qualche euro in più del dovuto, finito in cassa a Palazzo Marino. Importante quindi ribadire che fino al 7 gennaio la sosta a pagamento in vigore è sempre la stessa, i cartelli sono ingannevoli. Da gennaio, via alla rivoluzione, fatta di aumenti nella Cerchia ma anche agevolazioni per chi posteggia nei silos e dai nuovi abbonamenti.
POSTEGGIARE IN AREA C.
Il Comune ha firmato la convenzione con 31 autorimesse dove da metà gennaio, per chi sosterà in una delle strutture aderenti sarà disponibile il tagliando di ingresso in Area C a 3 euro (anziché 5). Un'agevolazione pensata per chi ha necessità di effettuare soste medio-lunghe, e troverà più convenienza a parcheggiare nelle strutture convenzionate quando ( dal 7 appunto) scatterà l'aumento da 2 a 3 euro all'ora dopo le prime due per la sosta in strada. Un salasso per si deve fermare mezza giornata.
TESSERE IN PERIFERIA
Altra novità in arrivo per la sosta: tra la fine del 2013 e i primi giorni dell'anno nuovo, presso la rete di vendita Atm negli ambiti 43 Zara Testi (ad eccezione delle vie in zona Bicocca tariffate a 1,20 euro all'ora), 34 Gallaratese, 42 Comasina, 30 Viale Monza e gli Atm Point, si potranno acquistare gli abbonamenti ordinari mensili da 40 euro validi già dal mese di gennaio, previsti per la Cerchia extrafiloviaria. Il Comune fa presente che con nuova forma di abbonamento «chi parcheggia l'auto nella prima periferia per poi proseguire verso il centro con i mezzi pubblici, potrà usufruire di uno scontro di circa il 50 per cento». Oggi «chi sosta qui quotidianamente durante i giorni feriali spende circa ottanta euro al mese». Ma con un tasso di evasione alto sulla sosta, e in particolare nelle zone di periferia dove i controlli degli ausiliari della sosta sono scarsissimi, la tessera vuol essere anche un mezzo per il Comune per incassare in anticipo meno fondi, ma certi, sulla sosta auto.
CATEGORIE «PROTETTE».
Sempre da dopo le festività, infine, ma con validità dal primo febbraio sarà possibile richiedere al Comune (con successivo ritiro presso gli Atm Point) anche gli abbonamenti mensili agevolati da 25 euro per la Cerchia extrafiloviaria e da 60 euro per la Cerchia filoviaria, dedicati a turnisti e lavoratori di esercizi commerciali e di somministrazione, con orario di lavoro di inizio precedente alle 6.30 o di fine successivo alle 21, e agli operatori locali. Stesse date di partenza e stesse modalità di richiesta e ritiro per le tessere a scalare scontate del 30 per cento per veicoli trasporto cose, agenti e rappresentanti di commercio e strutture alberghiere, valida per tutti gli ambiti di sosta di Milano. Slittano almeno alla primavera invece le formule di abbonamento annuale, previste nel piano della sista votato dopo una bagarre tra centrodestra e opposizione a fine luglio.