Sparatoria al campo rom: i nomadi bloccano l'entrata e chiudono fuori la polizia

Un consigliere di zona: "Al campo di via Idro non riesce ad entrare nemmeno la polizia, i rom hanno bloccato gli ingressi con una catena umana". Secondo episodio in due giorni

Un campo rom in una foto d'archivio

Venerdì la sparatoria di fronte a un asilo nei pressi del campo di via Negrotto. Meno di ventiquattr'ore dopo, un altro scontro a fuoco, questa volta all'interno del campo di via Idro, alla periferia nord-est del grande capoluogo lombardo.

Protagonisti due distinti gruppi di rom, in azione in pieno giorno, dentro e fuori i campi che li ospitano. Incredibilmente, la polizia allertata dai residenti non è riuscita ad entrare nel campo per i necessari sopralluoghi dopo che i rom hanno formato una sorta di "catena umana" per impedire l'ingresso degli agenti.

"Le forze dell'ordine hanno la certezza della presenza di un vero e proprio arsenale all'interno e nelle aree limitrofe del campo nomadi, ma manca la volontà politica di intervenire“, scrive su Facebook il consigliere di zona 2 per la Lega Nord Samuele Piscina.

"L’identikit di chi oggi chi occupa il campo rom di via Idro - conclude il leghista - non è quello di una povera persona emarginata che ha bisogno di aiuto. Anzi, sono presenti veri e propri criminali, molti dei quali con obbligo di firma e arresti domiciliari all’interno delle villette abusive costruite nel campo stesso."

Commenti

linoalo1

Lun, 13/04/2015 - 17:32

Loro,i Nomadi,sono abituati da sempre a comportarsi così!Ora,sarà sempre più difficile fargli cambiar vita!Però,insistendo,forse,in un centinaio d'anni ci si riuscirà!

Ritratto di Lupry

Lupry

Lun, 13/04/2015 - 17:47

Sapete cos'è una Vulcan?! E' una fantastica mitrgliatrice a canne rotanti che spara 6000 colpi al minuto... Catena umana ciao ciao...

little hawks

Lun, 13/04/2015 - 18:07

Bisogna mandarli via con la forza visto che con la forza hanno impedito l'ingresso della Polizia di Stato. Togliere acqua e corrente elettrica a chi non si integra civilmente nella società e galera a chi delinque.

Anonimo (non verificato)

vince50

Lun, 13/04/2015 - 18:27

Che brutta fine abbiamo fatto,la catena di "feccia" umana sarebbe molto semplice spezzarla.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 13/04/2015 - 18:41

Raderli al suolo, ma con loro dentro! Ha ragione Salvini!

paco51

Lun, 13/04/2015 - 18:48

Con la polizia che servirebbe sarebbero sloggiati da un pezzo! E solo questione di sceglire da che parte stiamo e cosa vogliamo!