Lo sport paralimpico entra in classe

Oltre 2mila studenti proveranno le discipline al fianco dei campioni di Rio

Antonio Ruzzo

Il grido di battaglia sarà «Vola come loro. Grazie 39». Il riferimento è ai 39 podi che la Nazionale italiana ha conquistato alle Paralimpiadi disputate a settembre a Rio in Brasile. E sarà un grido che servirà a diffondere i valori paralimpici tra gli studenti delle scuole milanesi, ma anche di altre città italiane. È questo l'obiettivo della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico indetta dal Comitato Italiano Paralimpico, con il supporto di Inail e Gruppo Mediobanca, che venerdì 14 ottobre giunge alla sua decima edizione. «Milano torna ad ospitare questa importante giornata dello sport paralimpico e lo fa coinvolgendo le scuole cittadine e centinaia di studenti- ha detto l'assessore allo sport del Comune Roberta Guaineri presentando l'evento a palazzo Marino- Quello della disabilità è un tema di cui bisogna parlare il più possibile e farlo tra i giovani, dal punto di vista dello sport, aiuta a creare sensibilità, consapevolezza e rispetto. Da italiani siamo fieri di essere stati rappresentati da questi ragazzi che hanno compiuto imprese sportive memorabili e regalato medaglie al Paese. E da parte nostra, come Istituzioni, continueremo a impegnarci per diffondere iniziative come queste e non solo».

La Giornata andrà in scena al Centro «Pavesi» in via De Lemene e sarà organizzata dal Comitato Italiano Paralimpico Regionale Lombardia, in collaborazione con il CIP nazionale e la Fondazione Paralimpica. Parteciperanno i Licei Statali a indirizzo Sportivo lombardi, alcuni Licei privati e numerose scuole secondarie e primarie del territorio per un totale di circa 2.000 alunni che avrranno l'occasione unica di ammirare e sperimentare 21 discipline paralimpiche dal sitting volley, al golf, al calcio a 5, al tennistavolo. Dalla scherma in carrozzina al tennis in carrozzina, dalla pesistica al curling in carrozzina, all' ice sledge hockey, al canottaggio, all' atletica leggera. E agli studenti milanesi si affiancheranno molti degli atleti protagonisti ai Giochi brasiliani. Tra questi, le medaglie d'oro Federico Morlacchi (nuoto) e Paolo Cecchetto (handbike) e quelle d'argento Oney Tapia (atletica leggera) e Giulia Ghiretti (nuoto). «Questa Giornata rappresenta la chiusura ideale di un'annata meravigliosa - commenta Pierangelo Santelli, presidente del CIP Lombardia - caratterizzata non solo dalle Paralimpiadi, ma anche dai Trisome Games, i Giochi per atleti con sindrome di Down svoltisi a Firenze nel mese di luglio. I nostri campioni si sono esibiti su palcoscenici straordinari e lì hanno dato prova di abilità fuori dal comune, ottenendo medaglie ed enormi soddisfazioni. Questi due grandi eventi hanno attirato, come mai prima d'ora, l'attenzione dei media e della gente sul movimento paralimpico. L'augurio è che ora i fari della società restino accesi su ciò che facciamo. La Giornata di venerdì, rivolta ai giovani, è perfettamente funzionale allo scopo. Tengo a ringraziare il Presidente Pancalli e tutto il suo staff per ciò che hanno fatto e continuano a fare per portare avanti la nostra mission». Le attività cominceranno alle ore 9 e si concluderanno intorno alle 13.30.