Spray urticante L'esperimento inizia a Milano

Via libera allo spray al peperoncino per le forze dell'ordine. Il liquido irritante in forma di nebulizzatore, con un principio attivo a base di Oleoresin Capsicum da spruzzarsi a una distanza non inferiore ai tre metri, verrà dato infatti in dotazione a poliziotti e carabinieri a partire da gennaio. La sperimentazione inizierà con i poliziotti della Polfer delle stazioni milanesi e con quelli delle volanti di Milano. Contemporaneamente potranno farne uso anche i carabinieri dei reparti operativi di Roma e Napoli. Al momento, quindi, lo spray irritante non sarà utilizzato per l'ordine pubblico e quindi non potranno usufruirne i reparti mobili e i cosiddetti «celerini», impiegati perlopiù nei cortei e nelle manifestazioni. Nel caso di positivo riscontro della sperimentazione, però, l'uso della dotazione potrebbe essere allargato.
Da anni i vertici della sicurezza hanno preso in considerazione la possibilità di dotare le forze dell'ordine di questa «arma», ma dubbi sulla pericolosità della sostanza ne avevano sempre frenato l'introduzione. Anche Antonio Manganelli (il capo della polizia morto lo scorso marzo, ndr) in audizione alla commissione Affari Costituzionale della Camera nel febbraio del 2012, aveva rilevato l'utilità dello spray.