Una stagione da vivere alla grande con i «cinque spettacoli a cento euro»

Alice SforzaSotto l'albero di Natale del Teatro San Babila, la platea meneghina potrà trovare una sorpresa: assistere a cinque spettacoli, che debutteranno dal prossimo gennaio fino al termine della stagione, a 100 euro. Aggiungendo 15 euro gli spettacoli diventeranno sei per non rinunciare a «Toccata e Fuga», lo spettacolo fuori abbonamento in scena dal 29 dicembre, regia firmata dal direttore della sala Marco Vaccari per l'interpretazione di Gigi Sammarchi, Vera Castagna e Gloria Anselmi.Dal 29 gennaio Paola Gassman, Lydia Biondi e Mirella Mazzeranghi saranno le protagoniste di «La vita non è un film di Doris Day». Le tre amiche da una vita, alla soglia dei 70 anni, scelgono il giorno di Natale per dirsi improvvisamente tutto. Di grande attualità è la commedia «Il marito di mio figlio», con Eva Grimaldi e Andrea Roncato, in scena dal 12 febbraio, spettacolo che racconta come Giorgino e Michele decidano, finalmente, di affrontare i rispettivi genitori annunciando il loro amore e il desiderio di sposarsi. Questa rivelazione si trasforma in pretesto per portare alla luce retroscena inattesi, come storie di amanti insospettabili, relazioni e intrecci vari. Dall'attualità alla classicità. Sarà Barbara De Rossi a dare vita a «Medea» (dal 26 febbraio) di Jean Anouilh, l'eroina di grande fierezza e solitudine dipinta come una figura femminile di spiccata virtù. Col «Il Volpone», in scena dall'11 marzo, Corrado Tedeschi interpreta un personaggio che, inserito nella società veneziana, vive una vicenda di grande avidità e di menzogna. «Ciò che vide il maggiordomo», in cartellone dall'8 aprile, sarà lo spettacolo di gran chiusura stagione. Sotto la regia di Marco Vaccari, direttore della sala, la Compagnia del Teatro San Babila darà vita a un meccanismo ad orologeria scandito da momenti di grande caos. Per maggiori informazioni: www.teatrosanbabilamilano.it