Statue «ripulite»: dopo Garibaldi tocca a Cesare Correnti

Dopo Garibaldi toccherà a Cesare Correnti. Anche la statua di piazza della Resistenza Partigiana come quella di largo Cairoli verrà «nascosta» dalla pubblicità. Uno scambio equo, visto che proprio gli sponsor pagano il restauro del monumento, un percorso previsto per dieci opere della città in due anni, un accordo del ministero per i Beni e le attività culturali a cui il Comune ha dato ben contento la benedizione. La prima a essere ripulita grazie al Progetto monumenti d’Italia è proprio la statua dedicata a Garibaldi, ricoperta dai teloni pubblicitari dallo scorso luglio. A ottobre toccherà invece alla statua di Cesare Correnti in piazza della Resistenza Partigiana, poi al monumento dedicato ai Caduti del Musocco in piazza Santorre di Santa Rosa, restauro chiesto da una cittadina parente delle vittime. Entro il 2008 saranno ultimati i lavori della colonna di S. Pietro Martire contemporaneamente alla fine della riqualificazione di piazza Sant’Eustorgio, nel cui piano la colonna è inserita. Successivamente partirà il restauro del monumento a Vittorio Emanuele in piazza Duomo per il quale verrà installato un impianto antipiccioni: anche questo cantiere, così come tutti gli altri, sarà munito di oblò attraverso i quali i cittadini potranno vedere i restauratori all’opera.